Mini carrot cake

IMG_1035 IMG_1036

Queste mini carrot cake sono  dedicate a chi è attento al benessere e alla forma fisica: sono ricche di fibre e non hanno grassi di origine animale aggiunti, in più sono morbidissime!

Ingredienti per 15 mini cake:

  • 150 gr di carote grattugiate
  • 1 mela sbucciata e grattugiata
  • 2 uova
  • 60 gr di zucchero di canna
  • 150 gr di farina integrale
  • 1\2 bustina di lievito
  • 1 cucchiaino di cannella
  • 1 cucchiaino di zenzero
  • 1\2 cucchiaino di noce moscata
  • 50 gr uvetta
  • 1 vasetto di yogurt bianco magro
  • scorza di 1 arancia o 1 limone
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo mescolato con un cucchiaino di cannella per spolverizzare

Preparazione:

Ammolla l’uvetta in una ciotolina con acqua bollente per qualche minuto.

Monta i tuorli con lo zucchero di canna fino ad ottenere un composto spumoso, ci vorrà qualche minuto con lo sbattitore elettrico.

Aggiungi le carote e la mela grattugiate, la farina, il lievito, le spezie, la scorza di arancia o limone, le uvette strizzate, lo yogurt e mescola per amalgamare.

Monta a neve gli albumi e uniscili delicatamente al resto dell’impasto.

Distribuisci l’impasto in una teglia rivestita di carta da forno oppure in uno stampo in silicone per mini cake.

Cuoci a 180°C per 40 minuti.

Una volta intiepidite puoi ritagliare con un tagliabiscotti le mini cake se hai usato una teglia intera, oppure sformare le mini cake direttamente dallo stampo.

Servi le mini cake spolverizzate di zucchero a velo e cannella a piacere.

Nota sugli ingredienti:

CAROTE:

Le carote sono un ortaggio poco calorico e ricchissimo di fibre, alfacarotene e betacarotene (precursore della vitamina A) da cui ne derivano le preziose proprietà antiossidanti.  Essendo ricche di antiossidanti e di antiinfiammatori consentono di proteggere il cuore e il sistema cardiocircolatorio, e aiutano a prevenire l’arteriosclerosi e l’invecchiamento. Questo è possibile anche grazie alla presenza di fibre (calcio pectato) che riescono a legare gli acidi biliari che si trovano nel circolo sanguigno facendo consumare più colesterolo da parte dell’organismo per la formazione degli acidi biliari sottratti in precedenza: è questo processo che dona alle carote la proprietà di abbassare i livelli di colesterolo LDL.

MELA:

E’ un frutto prezioso e benefico per diversi motivi:  oltre ad avere pochi zuccheri e a regolare l’insulina contiene vitamine del gruppo B, sali minerali e fibre, tra cui la pectina, utile a contrastare  il colesterolo “cattivo” (LDL) e aumentare quello buono (HDL). La mela inoltre tiene sotto controllo l’appetito e regolarizza le funzioni intestinali.

Con questa ricetta partecipo al contest Colesterolo “cattivo”? No grazie!  nato dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e l’Associazione Italiana Food Blogger!

Torta al cioccolato e crema di Whisky

IMG_1474

Se state cercando la ricetta di una torta al cioccolato insuperabile, di quelle che vi fanno fare un figurone, nello stesso tempo semplicissime e dal successo assicurato, avete trovato la ricetta che fa per voi.  Questa torta ha un gusto intenso di cioccolato che unito all’aroma del whisky  e alla dolcezza della panna creano un connubio di sapori perfettamente bilanciati tra loro! Avendo una consistenza cremosa e fresca è perfetta come dolce dopo cena. La ricetta è di Csaba dalla Zorza, tratta dal suo libro “Tea Time”.

IMG_1476

Ingredienti per una torta di 20 cm di diametro:

  • 175 gr di frollini al cacao
  • 60 gr di burro fuso
  • 200 ml di latte
  • 300 ml di panna fresca
  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 30 gr di zucchero di canna
  • 17 gr di amido di mais
  • 40 ml di whisky
  • 2 tuorli
  • cacao
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo

Preparazione:

Metti i biscotti spezzettati grossolanamente nel mixer con il burro fuso e aziona fino ad ottenere un composto sabbioso. Distribuisci le briciole sul fondo di una tortiera a cerchio apribile schiacciando bene con un cucchiaio per compattare la base. Mettila in frigorifero.

Spezzetta il cioccolato e mettilo in una casseruola con il latte e 125 ml di panna. Porta a bollore su fiamma bassa mescolando spesso. Spegni il fuoco quando il composto al cioccolato raggiunge il bollore.

In una ciotola sbatti i tuorli, lo zucchero, l’amido di mais e il whisky, poi versa il composto nella casseruola con il cioccolato.

Accendi il fioco e porta nuovamente a bollore, sempre mescolando, e lascia addensare la crema per circa 2 minuti da quando bolle. Lascia intiepidire, poi versa il composto sopra la base di biscotti.

Lascia raffreddare la torta per 1 ora a temperatura ambiente, poi trasferiscila in frigorifero per tutta la notte, o per almeno per 5/6 ore.

Al momento di servire monta la restante panna con 1 cucchiaio abbondante di zucchero a velo e decora la superficie della torta con una sac à poche con la bocchetta a stella.

Spolverizza di cacao e servi.

IMG_1473

Duetto di pasta del marinaio

IMG_0958

Un modo simpatico e furbo per far mangiare il pesce anche ai bambini! Questo primo piatto ricco di gusto e di omega 3 è una variante della classica pasta al tonno. La ricetta infatti prevede l’utilizzo di tonno e pesce spada fresco, tagliato a bocconcini e cotto sulla piastra senza aggiungere grassi. Il pesce spada e il tonno sono due pesci magri e altamente proteici, ricchi di acidi grassi polinsaturi essenziali del gruppo omega 3. Completa il piatto di pasta il condimento di pomodoro che, contenendo licopene,  frena l’azione del colesterolo cattivo (LDL), oltre ad altre numerose proprietà benefiche per la salute come vitamine e sali minerali.

IMG_0959

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di pasta
  • 1 fetta di tonno (circa 130 gr)
  • 1 fetta di pesce spada (circa 130 gr)
  • 8 pomodorini
  • 200 gr di polpa di pomodoro
  • 2 cucchiai di capperi in salamoia
  • 4 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • origano o basilico

Preparazione:

Metti a bollire una pentola capiente piena di acqua.

Taglia a dadini il pesce spada e il tonno.

Riscalda una piastra o una padella antiaderente e scotta i bocconcini di pesce per 2 minuti, sono cotti quando i bocconcini assumono il colore bianco opaco. Conservali separatamente.

In una padella antiaderente fai restringere senza aggiungere grassi 200 gr di polpa di pomodoro. Spegni il fuoco quando è evaporata tutta la parte acquosa. Insaporisci con un cucchiaino di origano o qualche foglia di basilico fresco e a piacere con un pizzico di peperoncino.

Taglia a metà o in quarti 8 pomodorini e aggiungili alla polpa di pomodoro ristretta. Aggiungi anche 2 cucchiai di capperi (ben scolati dalla salamoia)

Quando l’acqua bolle aggiungi 2 cucchiaini di sale e fai cuocere la pasta.

Quando la pasta è cotta scola e condisci con la passata di pomodoro e i pomodorini, e distribuisci nei piatti. Aggiungi i bocconcini di pesce spada da una parte del piatto e i bocconcini di tonno dall’altra.

Note sugli ingredienti:

TONNO:

E’ un pesce azzurro ricco di proteine ad alto valore biologico, sali minerali tra cui ferro, selenio, fosforo e vitamine idrosolubili e liposolubili tra cui tiamina, riboflavina, niacina e retinolo. Tra i sali minerali è presente soprattutto il ferro. La parte grassa del tonno è ricca di preziosi grassi omega3, tipo EPA e DHA che combattono i trigliceridi e il colesterolo LDL in eccesso nel sangue.

PESCE SPADA:

E’ un pesce altamente proteico, caratterizzato da un alto valore biologico dei peptidi che ne fanno parte. E’ un pesce magro che contiene acidi grassi di tipo polinsaturo essenziale del gruppo omega3 utili per combattere il colesterolo “cattivo”.  La componente vitaminica è data da piridossina, retinolo, niacina, e  cobalamina. Contiene anche sali minerali tra cui selenio, fosforo  e potassio.

POMODORO:

E’ un ortaggio ricco di acqua e povero di kcal. Ha proprietà antiossidanti grazie a vitamine del gruppo B, acido ascorbico e vitamina D ed E. Notevole anche la componente minerale in quanto contiene ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Ciò che lo rende un prezioso alleato nel combattere il colesterolo è il licopene, un carotenoide che frena il colesterolo LDL e protegge inoltre le cellule dall’azione dannosa dei radicali liberi.

Con questa ricetta partecipo al contest Colesterolo “cattivo”? No grazie!  nato dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e l’Associazione Italiana Food Blogger!

Insalata benessere

IMG_0789

Un vero e proprio concentrato di benessere e un aiuto per il colesterolo: essendo ricca di verdura e frutta consente di assumere elementi preziosi per il nostro organismo e la presenza di spezie ed erbe aromatiche evita l’utilizzo di condimenti per mantenere basso il livello di colesterolo LDL. Il garam masala è un mix di spezie composto da: coriandolo, cumino, zenzero, pepe nero, cannella, cardamomo, chiodi di garofano, foglie di alloro, noce moscata e può essere personalizzato con altre spezie a seconda dei propri gusti.

Ingredienti per 1 insalata:

  • 4 manciate di cuori di lattuga
  • 8 pomodorini
  • 1\2 cetriolo
  • 1\2 mela
  • 4 gherigli di noci
  • 10 steli di erba cipollina
  • 2 cucchiai di yogurt bianco magro
  • 1\2 limone spremuto
  • 1 cucchiaino di garam masala
  • 2 cucchiaini di aceto balsamico
  • un pizzico di peperonicino
  • un pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotolina mescola gli ingredienti per il condimento: succo di limone, un pizzico di sale e peperoncino, un cucchiaino di garam masala, due cucchiaini di aceto balsamico, due cucchiai di yogurt bianco magro e l’erba cipollina tritata. Tieni da parte.

Sbuccia mezzo cetriolo e taglialo a dadini piccoli.

Riduci a dadini anche mezza mela privata del torsolo.

Uniscili al condimento di yogurt il cetriolo e la mela a dadini e mescola per amalgamare gli ingredienti.

Tagli i pomodorini a metà o in quarti se sono grandi.

Assembla il tutto: su un piatto disponi i cuori di lattuga, al centro versa il mix di cetrioli e mela e distribuisci il condimento rimasto sull’insalata. Spargi i pomodorini, qualche stelo di erba cipollina tagliuzzato e i gherigli di noce sminuzzati.

Spolverizza con pepe nero e decora con due fettine sottili di mela.

Approfondimento sugli alimenti:

CETRIOLO:

E’ un ortaggio economico molto utilizzato nelle diete perchè contiene acido tartarico che impedisce ai carboidrati che assumiamo di trasformarsi in grassi, inoltre ha pochissime kcal, contiene molta acqua, fibre, provitamina A, le vitamine del complesso B, la vitamina C ed è ricco di iodio, manganese, potassio, ferro e calcio.

MELA:

E’ un frutto prezioso e benefico per diversi motivi:  oltre ad avere pochi zuccheri e a regolare l’insulina contiene vitamine del gruppo B, sali minerali e fibre, tra cui la pectina, utile a contrastare  il colesterolo “cattivo” (LDL) e aumentare quello buono (HDL). La mela inoltre tiene sotto controllo l’appetito e regolarizza le funzioni intestinali.

NOCI:

Pur essendo caloriche, consumate con moderazione fanno bene in quanto forniscono acidi grassi omega3, e omega6, nello specifico l’acido alfa linoleico e linoleico e l’arginina, utile per prevenire l’arteriosclerosi. Contengono inoltre fosforo, potassio, magnesio, calcio, ferro, zolfo, vitamine del gruppo B ed E.

POMODORO

E’ un ortaggio ricco di acqua e povero di kcal. Ha proprietà antiossidanti grazie a vitamine del gruppo B, acido ascorbico e vitamina D ed E. Notevole anche la componente minerale in quanto contiene ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Ciò che lo rende un prezioso alleato nel combattere il colesterolo è il licopene, un carotenoide che frena il colesterolo LDL e protegge inoltre le cellule dall’azione dannosa dei radicali liberi. 
Con questa ricetta partecipo al contest Colesterolo “cattivo”? No grazie!  nato dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e l’Associazione Italiana Food Blogger!Con questa ricetta partecipo al contest: Colesterolo “cattivo”? No grazie! nato dalla collaborazione tra Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e Associazione Italiana Food Blogger. 

Cous cous arcobaleno

IMG_0381

Colorato e gustoso, questo cous cous vegetariano è un arcobaleno di verdure ideale per tenere a bada il colesterolo e salvaguardare la nostra salute. Si può personalizzare aggiungendo il tofu se si mangia il cous cous come piatto unico in quanto fornisce proteine, se invece si prevede un secondo può essere omesso senza compromettere il risultato.

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 bicchiere di cous cous precotto
  • 1 zucchina
  • 1 melanzana
  • 10 pomodorini
  • 1 cipolla rossa
  • 1 peperone
  • 1\2 limone
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 6 gherigli di noci
  • menta fresca o basilico
  • un pizzico di sale e pepe
  • acqua bollente
  • 100 gr di tofu (facoltativo)

Preparazione:

Per prima cosa fai reidratare il cous cous precotto: mettilo in una ciotola e coprilo con acqua bollente fino a ricoprirlo tutto. Copri la ciotola con pellicola per alimenti e lascia riposare.

Prepara ora le verdure lavate e asciugate in precedenza.

Monda la zucchina e tagliala a strisce sottili con una mandolina, per creare dei “nastri”.

Taglia la melanzana a fette di mezzo centimetro.

Taglia il peperone in falde avendo cura di eliminare le estremità, i semi e la parte bianca interna.

Taglia i pomodorini a metà.

Sbuccia la cipolla e tagliala a fettine molto sottili.

Riscalda una piastra di ghisa antiaderente e inizia a grigliare tutte le verdure.

Taglia ora le verdure in questo modo: riduci le fette di melanzane a striscioline, il peperone a dadini, taglia gli anelli di cipolla più grandi a metà e lascia le zucchine intere e i pomodorini a metà.

Prepara il condimento: in una ciotolina mescola il succo di mezzo limone con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale e pepe e menta o basilico freschi tagliati a striscioline. Sminuzza i gherigli di noce e tienili da parte.

Assembla il piatto.

Sgrana il cous cous con una forchetta e distribuiscilo nei due piatti. Disponi le verdure grigliate al centro lasciando le zucchine lungo i bordi del piatto.

Condisci con il condimento al limone e decora con i gherigli di noce e il tofu se previsto.

NOTE SUGLI INGREDIENTI:

POMODORO:

E’ un ortaggio ricco di acqua e povero di kcal. Ha proprietà antiossidanti grazie a vitamine del gruppo B, acido ascorbico e vitamina D ed E. Notevole anche la componente minerale in quanto contiene ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Ciò che lo rende un prezioso alleato nel combattere il colesterolo è il licopene, un carotenoide che frena il colesterolo LDL e protegge inoltre le cellule dall’azione dannosa dei radicali liberi.

ZUCCHINE

Le zucchine, oltre a essere dietetiche in quanto contengono il 95% di acqua, sono fonte di potassio, di vitamina A, C, di carotenoidi, di vitamina E che protegge dai radicali liberi e di acido folico, che esercita un’efficace azione digestiva. Tra le proprietà terapeutiche delle zucchine spiccano l’azione lassativa e antinfiammatoria, disintossicante e anche diuretica. 

MELANZANE

Sono composte per il 92% da acqua, per il 3% da fibre alimentari, per l’1% da proteine, carboidrati e zuccheri. Le melanzane contengono inoltre alcune sostanze amare, presenti anche nelle foglie dei carciofi, che contribuiscono a stimolare la produzione di bile ed anche ad abbassare il tasso di colesterolo “cattivo” nel sangue. 

PEPERONI

Vitamina C e Provitamina A sono due vitamine antiossidanti contenute nei peperoni che hanno effetti benefici sulla salute in quanto aiutano a prevenire l’invecchiamento precoce, i tumori e le malattie cardiovascolari. Essendo ricco di fibre il peperone è tra le verdure più interessanti dal punto di vista dietetico.

CIPOLLA ROSSA

La cipolla rossa è una fonte di sali minerali e vitamine, soprattutto la vitamina C, ma contiene anche molti fermenti che aiutano la digestione e stimolano il metabolismo. La presenza di Saponine e trigliceridi plasmatici fornisce alle cipolle la capacità di ridurre il colesterolo cattivo nel sangue (LDL). 

NOCI:

Pur essendo caloriche, consumate con moderazione fanno bene in quanto forniscono acidi grassi omega3, e omega6, nello specifico l’acido alfa linoleico e linoleico e l’arginina, utile per prevenire l’arteriosclerosi. Contengono inoltre fosforo, potassio, magnesio, calcio, ferro, zolfo, vitamine del gruppo B ed E.

TOFU

E’ un alleato contro il colesterolo in quanto fornisce proteine ed è ricco di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi, i cosiddetti grassi “buoni”, che combattono il colesterolo LDL. Inoltre contiene sostanze antiossidanti e  vitamine: B1, B2 e B3, oltre a calcio, minerali (come potassio, ferro e fosforo) ed ha un basso tenore di sodio.

Con questa ricetta partecipo al contest Colesterolo “cattivo”? No grazie! (categoria Primi Piatti) creato grazie alla collaborazione tra Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e Associazione Italiana Food Blogger!

Panciok

IMG_1451 IMG_1452

Finalmente sono riuscita a trovare la ricetta giusta per fare i panini con le gocce di cioccolato! Morbidissimi, delicati, e soprattutto veloci da fare! Richiedono solo una lievitazione, il che è un bel vantaggio se decidi di preparare i panciock per la merenda.

Ingredienti per circa 18 panciok:

  • 600 gr di farina manitoba
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 60 gr di burro
  • 200 ml di latte
  • gocce di cioccolato q.b.
  • 80 gr di zucchero + 2 cucchiai
  • 1 uovo

Preparazione:

Metti le gocce di cioccolato in freezer (meglio se il giorno prima, questo eviterà che si sciolgano)

Fai sciogliere il lievito di birra in 200 ml di latte leggermente tiepido insieme a 2 cucchiai di zucchero. Fai riposare 10 minuti.

Fai fondere 60 gr di burro e sbattilo con 80 gr di zucchero con una forchetta per amalgamare.

In una ciotola versa la farina manitoba e fai una cavità al centro.

In una ciotolina sbatti 1 uovo.

Mescola il latte con il lievito sciolto e versalo nella ciotola con la farina. Aggiungi l’uovo sbattuto (tenendone da parte 2 cucchiai per spennellare alla fine), e inizia a mescolare con un cucchiaio. Aggiungi anche il burro zuccherato e inizia ad impastare. Aggiungi un pò di acqua tiepida fino a formare un impasto morbido che non si appiccica alle mani. Se hai la planetaria segui lo stesso procedimento e lascia impastare con il gancio a uncino per qualche minuto. Aggiungi metà delle gocce di cioccolato e continua a impastare per qualche secondo. Lascia l’altra metà di gocce di cioccolato in freezer.

Ripiega l’impasto su se stesso molte volte, poi lascialo lievitare nel forno spento con la luce accesa mettendo l’impasto in una ciotola unta di burro o olio e coperta con un canovaccio per circa 2 ore.

Dopo 2 ore l’impasto, raddoppiato in volume, è pronto per essere diviso in panini.

Stacca un pezzo di impasto tagliandone una porzione con un coltello affilato e incorpora un altro pò di gocce di cioccolato, la quantità dipende dai gusti. Io ho cercato di inserirne un cucchiaino circa all’interno dei panini, richiudendo la pallina di impasto come se fosse un sacchettino. Procedi fino a terminare l’impasto e allinea i panini su una teglia rivestita di carta forno.  Lascia lievitare ancora 30 minuti, poi accendi il forno a 220°C e spennellali con l’uovo rimasto sbattuto con 1 cucchiaio di latte.

Inforna finchè la superficie è ben dorata, ci vorranno 5/10 minuti.

Gustali tiepidi o freddi.

Nota: si possono congelare direttamente da cotti, così basterà tirarli fuori dal freezer la sera prima per averli a colazione il giorno dopo!

IMG_1455 IMG_1454

Mini cake floreali

IMG_1407

Mini cake morbidissime, elastiche e “spugnose”al gusto di amaretto dedicati a Vanessa che mi ha regalato i pirottini dei muffin perfetti per un garden tea party o semplicemente per una dolce colazione!

Ingredienti per 5 mini cake:

  • 50 ml di olio di semi
  • 125 ml di latte
  • 125 ml di yogurt intero alla vaniglia
  • 1 uovo
  • 100 gr di farina autolievitante
  • 100 gr di farina di amaretti ottenuta da circa 30 amaretti sbriciolati
  • 1 cucchiaio di burro fuso + 1 cucchiaio di zucchero e cannella

Preparazione:

In una ciotola mescola l’uovo, lo yogurt, il latte e l’olio di semi.

Unisci poi la farina autolievitante e la farina di amaretti ottenuta sbriciolando con il mixer circa 30 amaretti. Se ti piace avere un gusto più dolce puoi aggiungere anche 2 cucchiai di zucchero bianco o di canna.

Distribuisci l’impasto nei pirottini dei muffin e inforna a 180°C per circa 20/25 minuti.

Una volta cotti estraili dal forno, spennella leggermente la superficie con il burro fuso e cospargi di zucchero e cannella.

IMG_1406

Blueberry Pie

IMG_1389

Per salutare l’estate ho deciso di preparare la blueberry pie in versione mini e con un ricco ripieno a base di mirtilli, more e una crema golosa. Con gli ingredienti indicati si riescono a preparare 4 mini pie, se desideri fare una torta unica puoi raddoppiare le dosi della frolla per creare un guscio di pasta più spesso, altrimenti il peso del ripieno farà collassare la base della torta se la frolla è troppo sottile.

Ingredienti per la frolla (ricetta di Paul Hollywood):

  • 165 gr di farina 00
  • 25 gr di farina di mandorle
  • 120 gr di burro freddo a dadini
  • 55 gr di zucchero bianco
  • 1 uovo
  • scorza di limone

Ingredienti per il ripieno:

  • 300 gr di frutti di bosco, in questo case mirtilli e more
  • 2 cucchiai di crème fraîche
  • 1 cucchiaio di marmellata di mirtilli
  • 2 cucchiai di farina di mandorle
  • 1 tuorlo sbattuto con 2 cucchiai di latte per spennellare

Preparazione:

Fai la frolla mettendo nel mixer tutti gli ingredienti tranne l’uovo e aziona fino ad avere un composto sbriciolato. Aggiungi quindi l’uovo intero e aziona nuovamente fino ad ottenere una “palla” con l’impasto. Avvolgi il panetto di frolla nella pellicola per alimenti e riponi in frigorifero per almeno 1 ora.

Prepara il ripieno mescolando la crème fraîche, la marmellata e la farina di mandorle.

Prepara la tortiera imburrando e infarinando lo stampo o rivestendolo di carta forno.

Trascorsa l’ora di tempo,  stendi la frolla in uno spessore di circa mezzo centimetro.

Rivesti gli stampi con la pasta lasciando sporgere la pasta un paio di centimetri.

Riempi con un cucchiaio di crema e una manciata di frutti di bosco creando un cumulo al centro, poi ricopri con un dischetto di pasta frolla e piega all’interno i bordi della pasta che fa da base per chiudere bene la pie.

Procedi fino a terminare gli ingredienti, poi pratica dei taglietti con la punta del coltello che serviranno a far fuoriuscire l’umidità che si genera in cottura.

Spennella la superficie con un tuorlo sbattuto con 2 cucchiai di latte e spolverizza di zucchero bianco. Inforna a 200° C (forno preriscaldato) per 15/ 20 minuti. La superficie dovrà diventare di un bel colore dorato.

Servi tiepide o fredde. Buona domenica!

IMG_1390

Goat’s cheese muffin

IMG_0662 IMG_0663

Dopo numerosi tentativi di fare muffin salati che rimanessero morbidi e umidi all’interno ho finalmente trovato una ricetta vincente sul magazine di Jamie Oliver dalla quale ho preso spunto per questi muffin da aperitivo.

Ingredienti:

  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 80 gr di spinacini baby (in alternativa anche spinaci surgelati)
  • 125 ml di latte
  • 35 ml di olio di oliva o di semi
  • 2 uova
  • 200 gr di farina autolievitante
  • 70 gr di formaggio di capra
  • sale e pepe
  • una manciata di semi di zucca e di sesamo

Preparazione:

Se usi gli spinaci surgelati cuocili in padella con un filo di olio senza aggiungere acqua. Se usi gli spinaci baby dovrai solo tritarli grossolanamente al coltello.

In una ciotola versa il latte, l’olio e le uova e sbatti con una frusta per amalgamare.  Incorpora la farina, il parmigiano, gli spinaci e regola di sale e pepe.

Taglia il formaggio di capra o un altro di tuo gradimento a rondelle o dadini.

Sistema i pirottini dei muffin nella teglia e riempili per 1\3 con l’impasto. Sistema una rondella di formaggio e ricopri con altro impasto fin quasi a riempire il pirottino, lasciando qualche millimetro dal bordo per evitare la fuoriuscita di impasto durante la cottura.

Cospargi con semi di zucca e di sesamo. Cuoci in forno a 180° C per circa 20 minuti. I muffin saranno pronti quando la superficie sarà dorata.