La calza di una befana…. un pò gourmande!

Il 6 gennaio si avvicina e l’occasione è gradita per preparare e gustare qualche dolcetto….

Era da un pò di tempo che volevo provare a fare i marshmallows, adorabili caramelle spugnose bianche e rosa al gusto di vaniglia tipiche degli Stati Uniti. L’idea di farli in casa un pò mi spaventava, ma sono riuscita a trovare una ricetta molto semplice (di Martha Stewart) e devo dire che è stato sorprendente! Sono identici a quelli che si comprano, addirittura più buoni sia come consistenza che come sapore!

Caramelle 8

Poi ho voluto preparare un dolcetto più veloce e facile, che facevo fin da piccola, il ciocorì, sperimentando la versione in barrette oltre alle classiche pepite. Mi piace perchè è fatto solo con cioccolato e riso soffiato, è uno spuntino energetico e si può fare con qualsiasi tipo di cioccolato! Per concludere la trilogia dei dolciumi ho deciso di sperimentare la confettura di latte e miele, prendendo spunto dalla ricetta che ho trovato sul libro Fragole a merenda e che mi ha piacevolmente sorpresa perchè ha la consistenza del dulce de leche ma sa di latte e miele! Una bella alternativa alla marmellata, una crema semplice come solo latte e miele sa essere, in versione spalmabile, che è anche una bella novità!

Miele 4

Ricetta per realizzare i Marshmallows 

Caramelle 7

Ingredienti per una teglia grande:

  • 460 gr di zucchero semolato
  • un cucchiaio di glucosio
  • 24 gr di gelatina in fogli
  • 2 albumi
  • 175 gr di acqua
  • un cucchiaino di estratto di vaniglia naturale (oppure un cucchiaino di vanillina)
  • colorante in polvere
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • zucchero a velo e amido di mais per spolverare

Cuore rosa

Preparazione:

Metti i fogli di gelatina in una bacinella con acqua fredda e tieni da parte.

In un pentolino versa i 175 gr di acqua con i 460 gr di zucchero e un cucchiaio di glucosio e fai bollire a fuoco medio mescolando per far sciogliere lo zucchero.

Intanto monta gli albumi con una planetaria finchè non saranno spumosi ma non completamente montati.

Appena lo zucchero si è sciolto alza un pò la fiamma e cuoci fino a che il caramello non ha raggiunto i 130 gradi  (utilizza un termometro da pasticceria oppure aspetta 5 minuti da quando hai alzato la fiamma). Aggiungi a questo punto la gelatina ben strizzata e mescola con un cucchiaio per farla  sciogliere. Togli dal fuoco e continua a mescolare per qualche istante.

Con la planetaria in azione a media velocità versa il caramello sugli albumi e appena tutto lo sciroppo sarà versato, aumenta la velocità della planetaria al massimo e lascia montare per circa 10 minuti.  Aggiungi anche l’estratto di vaniglia o la vanillina e il colorante quel tanto che basta per realizzare il colore che preferisci.

Mentre la planetaria è in azione prepara una teglia e rivestila completamente con pellicola per alimenti. Con un pennello da cucina ungi accuratamente la pellicola con l’olio di semi e spolverizza con un cucchiaio di zucchero a velo e un cucchiaio di amido di mais.

Quando gli albumi sono belli lucidi come una meringa sono pronti per essere versati nella teglia.

Ora non resta che lasciare asciugare il composto per 24 ore a temperatura ambiente.

Trascorso 1 giorno intero i marshmallows sono pronti per essere gustati: capovolgi il composto su un foglio di carta forno spolverizzato di zucchero a velo e amido di mais ed elimina la pellicola.

Caramelle 2

Spolverizza nuovamente la superficie con amido e zucchero a velo. Spolverizza abbondantemente anche la teglia, ti servirà per depositare i marshmallows pronti. Con un coltello taglia il panetto a cubotti e rigirali nella teglia in modo da rivestirli di amido e zucchero ed evitare che si attacchino l’un l’altro. Si può anche utilizzare una formina tagliabiscotti per dare forma a queste soffici e spumose caramelle.

Caramelle 5

Si conservano fino a 2 settimane al riparo dall’umidità in una scatola di latta o in sacchettini per alimenti.

Caramelle 9

Caramelle 4

Ricetta per realizzare la Confettura di latte e miele

Miele 1

Ingredienti per un vasetto piccolo:

  • 250 ml di panna fresca
  • 250 ml di latte intero
  • 125 ml di miele millefiori

Miele 2

Preparazione:

Metti il latte, la panna e il miele in una pentola con i bordi alti e fai scaldare a fuoco medio mescolando con un cucchiaio per far sciogliere il miele.

Alza la fiamma e porta a bollore: regola la fiamma in modo che il latte continui a bollire, facendo attenzione a non farlo fuoriuscire dalla pentola, mescolando di tanto in tanto. Il composto dovrà bollire così per 25/30 minuti.

A questo punto il composto sarà più denso e richiederà la tua presenza costante ai fornelli per mescolarlo spesso ed evitare che bruci e si attacchi alla pentola. Continua la cottura per altri 5/10 minuti mescolando sempre.

Raggiunta la consistenza di una marmellata spalmabile, spegni il fuoco e se ci sono grumi lavora la crema con il frullatore a immersione. Mescola con il cucchiaio per eliminare le bolle d’aria e versa la confettura nel vasetto precedentemente sterilizzato per 30 minuti in acqua in ebollizione.

Fai raffreddare completamente prima di chiudere il barattolo, poi conserva in frigorifero fino a 3 settimane. Se dovessero formarsi delle cristallizzazioni basterà dare una mescolata veloce e la crema tornerà liscia e cremosa.

Miele 3

Ciocorì

Ingredienti:

  • 1 tavoletta di cioccolato fondente
  • riso soffiato q.b.

Preparazione:

La ricetta è facilissima: fai fondere il cioccolato a bagnomaria, mettendo una ciotola resistente al calore sopra ad una pentola con due dita di acqua in ebollizione.

Quando il cioccolato è sciolto, versa il riso soffiato quel tanto che basta per ricoprire tutti i chicchi e formare una massa compatta di riso soffiato.

Versa il composto in una teglia rivestita di carta forno e livella con una spatola in modo da creare uno strato uniforme di riso soffiato e cioccolato. Premi bene con la spatola in silicone o con il dorso di un cucchiaio per compattare i chicchi. Fai raffreddare completamente.

Quando il cioccolato si è indurito, taglia le barrette della misura desiderata e avvolgile in carta stagnola come fossero caramelle, legando le estremità con nastrini colorati.

In alternativa alle barrette si possono fare delle pepite, facendo cadere un cucchiaio di riso soffiato direttamente nei pirottini piccoli, quelli argentati in alluminio, più resistenti di quelli in carta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...