Pane, burro, zucchero e cannella: il pull apart bread

Vanilla 6

Ragazzi, che scoperta! Navigando in rete sono venuta a conoscenza di questo pane dolce che si chiama pull apart bread che mi ha subito conquistata perchè, neanche a farlo apposta, è un PANE BURRO E ZUCCHERO alla cannella! La cannella aggiunge sapore e regala a questo pane dolce un profumo irresistibile! E’ molto più facile del pan brioche e rimane morbido come una torta, in più mi piace l’idea di formare gli strati farciti per poi creare un pane “in verticale” che si presenta anche molto bene esteticamente! Questa è la ricetta del pull apart bread basic alla cannella, ma si può anche arricchire con fettine di mela e uvette per un ripieno ancora più ricco! Va assolutamente assaggiato tiepido, staccando gli strati con le mani, quello che avanza può essere tagliato a fette, avvolto in carta stagnola e congelato, per averlo pronto a colazione basterà tirarlo fuori dal freezer la sera e scaldarlo leggermente in un tostapane o in padella la mattina, sembrerà appena fatto!

Vanilla 4

Ingredienti per l’impasto:

  • 385 gr di farina manitoba
  • 50 gr di zucchero bianco
  • 7 gr di lievito di birra secco
  • 1\2 cucchiaino di sale
  • 2 uova
  • 60 gr di burro
  • 80 ml di latte
  • 60 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia

Ingredienti per la farcitura:

  • 100 gr di zucchero bianco
  • 2 cucchiaini di cannella in polvere
  • 40 gr di burro molto morbido

Preparazione:

Nella ciotola della planetaria versa 280 gr di farina (tieni quindi da parte gli altri 105 gr.) con il lievito, il sale e lo zucchero.

In una ciotolina sbatti le 2 uova con una forchetta.

Fai fondere a fuoco basso in un pentolino i 60 gr di burro con gli 80 ml di latte, poi fai raffreddare fino a quando il composto non è diventato tiepido. Unisci l’acqua e il cucchiaino di estratto di vaniglia e mescola.

Aziona la planetaria con il gancio a uncino, versa il composto di latte burro e acqua e lascia impastare per alcuni minuti. Unisci le uova sbattute e prosegui a impastare con la planetaria, ci vorrà un pò di tempo affinchè l’impasto assorba completamente le uova. Quando l’impasto è liscio e appiccicoso aggiungi la farina tenuta da parte e lascia impastare per 8/10 minuti. Avrai ottenuto un impasto liascio e molto morbido. A questo punto prepara una ciotola ampia unta con un filo di olio e con le mani leggermente unte versa l’impasto nella ciotola. Copri con pellicola per alimenti e riponi in un luogo tiepido e lontano da correnti (io di solito uso il forno con la luce accesa) per almeno 1 ora e mezza o di più, fino al raddoppio dell’impasto.

Pull apart bread 1

Su un foglio di carta forno stendi la pasta con il mattarello in modo da ottenere un rettangolo di circa 30 x 50 cm. Spennella abbondantemente con i 40 gr di burro morbido e cospargi con il mix fatto dai 100 gr di zucchero e i due cucchiaini di cannella.

Pull apart bread 2

Con una rotella tagliapasta o un coltello affilato dividi l’impasto in 6 strisce verticali, poi sovrapponile una sull’altra e taglia le strisce in 6 parti in modo da ottenere dei quadrati di impasto fatto da 6 strati ciascuno.

Pull apart bread 4

Pull apart bread 5

Rivesti di carta forno uno stampo da plum cake oppure imburralo e infarinalo bene, quindi disponi in verticale i sei pezzi di impasto in modo da riempire tutto lo stampo.

Pull apart bread 7

Fai lievitare ancora 1 ora in un luogo tiepido, poi inforna a 170°C per 30 minuti. Il pull apart bread dovrà avere un bell’aspetto dorato e una crosticina croccante data dallo zucchero caramellato.

Vanilla 2

Vanilla 3

The original NY cheesecake

Cake 3

Siete mai stati da California Bakery? E’ un posto fantastico per fare colazione, merenda, il brunch o fare una pausa rilassante durante un pomeriggio di shopping! Ora a Milano ci sono 8 locali, ma un tempo, circa 20 anni fa il California Bakery era un piccolissimo negozio in via Magenta a Milano gestito da una signora americana che sfornava torte e muffin tutto il giorno e le esponeva in vetrina su alzatine di ogni tipo. Mio marito si ricorda ancora del negozio originario, ci passava davanti per andare all’università e ogni volta che siamo in quella zona mi racconta la storia della signora del california bakery. Così va a finire che durante le nostre scorribande in quel di Milano facciamo spesso tappa in uno dei locali dai cestini appesi, e ogni volta è sempre tutto squisito: il club sandwich con i suoi tre strati di bontà è uno dei miei panini preferiti, ma anche i bagel, i brownies al cioccolato o le torte giganti sempre freschissime! L’atmosfera e gli arredi completano il tutto, e ti fanno sentire come in famiglia! Tutto questo per introdurre una delle torte che si trova anche nel loro libro, the original New York cheesecake! Tra tutte le ricette di cheesecake che ho provato, questa è quella che preferisco e che preparo con diversi topping a seconda dell’occasione. Dato che ho ricevuto in regalo un preziosissimo vaso di Amarene Fabbri, ho deciso di utilizzarle per completare la mia cheesecake.

Cake 8

Ingredienti per la base:

  • 300 gr di biscotti digestive
  • 80 gr di burro fuso
  • 3 gr di cannella in polvere
  • 5 ml di miele di acacia

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 gr di robiola
  • 300 gr di ricotta
  • 200 gr di zucchero bianco
  • 150 ml di panna fresca
  • 40 gr di yogurt bianco intero
  • 4 uova
  • la scorza grattugiata di 1 limone non trattato
  • 1\3 dei semi del baccello di vaniglia
  • 3 gr di farina bianca

Cake 5

Preparazione:

Se hai un mixer ti basta mettere nel contenitore tutti gli ingredienti della base e azionare fino ad ottenere un composto sabbioso. In alternativa puoi sbriciolare i biscotti mettendoli in un sacchetto per alimenti e polverizzarli con una bottiglia o un mattarello e unire in una ciotola gli altri ingredienti mescolando insieme per amalgamare. Con queste briciole umide rivesti uno stampo a cerniera (se ne hai uno piccolo e con i bordi piuttosto alti è perfetto per ottenere una bella torta spessa) premendo con le mani prima sulla base e poi sui bordi, creando un guscio di biscotti spesso circa 1 cm. Metti in frigorifero almeno 30 minuti.

Prepara la farcitura: in una ciotola riunisci tutti gli ingredienti per il ripieno e mescola con un cucchiaio di legno fino ad ottenere una crema. Non serve mescolare troppo il composto, anzi; se lavorati troppo a lungo i formaggi tenderanno a diventare liquidi.

Versa la crema di formaggi nel guscio di biscotti precedentemente preparato e inforna a 160°C per 60 minuti. Non ti preoccupare se il centro sembrerà ancora liquido, quando si raffredda si rapprenderà.

Trascorso il tempo di cottura, sforna la cheesecake e lasciala raffreddare completamente a temperatura ambiente. Poi mettila in frigorifero per almeno 2 – 3 ore.

Togli la torta 20 minuti prima di servirla e decora la superficie con le amarene, come in questo caso o con altri ingredienti a tua scelta. Qualche suggerimento? Ganache al cioccolato, frutti di bosco, lamponi…ma anche al naturale è ottima!

Nota –>  ci sono due versioni di base della cheesecake: quella cotta e quella no-bake, senza cottura che si mette solo in frigorifero e che vi proporrò nelle stagioni più calde!

Cake 7 Cake 6

Cake 1

Banana bread al cioccolato per il brunch

Bread 2

In un brunch che si rispetti non può mancare il banana bread, un ricco e morbido plum cake da tagliare a fette e servire insieme al caffè americano. Ce ne sono tantissime versioni, e a seconda dei gusti viene preparato con l’aggiunta di sciroppo d’acero, burro di arachidi, noci pecan, spezie o nel mio caso con zucchero muscovado e una generosa dose di cioccolato fuso che mi ha regalato un plum cake morbidissimo e ricco di sapore! La ricetta alla quale mi sono ispirata, tratta da “Cioccolato” di Csaba dalla Zorza prevede il cioccolato fondente; io ho utilizzato invece il cioccolato al latte Valrhona lait caramelia, perfetto con quella sfumatura di caramello che ha contribuito a diffondere un profumo buonissimo per tutta la cucina!

Bread 5

Ingredienti:

  • 300 gr di farina autolievitante
  • 200 gr di cioccolato al latte 
  • 150 gr di yogurt intero alla vaniglia
  • 150 gr di zucchero muscovado o di canna
  • 1 cucchiaio di cacao amaro
  • 55 gr di burro morbido
  • 2 uova
  • 2 banane mature

Bread1

Preparazione:

Fai fondere il cioccolato a bagnomaria e lascia intiepidire.

Sbuccia, taglia a fettine e schiaccia le banane con una forchetta.

In una ciotola ampia sbatti con un frullino elettrico il burro e lo zucchero, poi aggiungi le uova, lo yogurt e frulla per qualche secondo per amalgamare. Unisci anche le banane schiacciate.

Unisci nella ciotola anche la farina e il cacao amalgamando con una spatola ed infine il cioccolato fuso. Mescola bene e versa l’impasto in uno stampo da plum cake foderato con carta forno.

Inforna a 180°C (forno preriscaldato) e fai cuocere per 45 minuti.

Sforna, fai raffreddare completamente, poi sformalo e servi con una leggera spolverata di zucchero a velo.

Bread 3

Enjoy your breakfast!

Bread 4

Spaghetti Lilli e il Vagabondo

Spaghetti 1

Da sempre mi piace chiamare così gli spaghetti con le polpettine di carne, in onore del cartone animato della Disney. Fin da piccola mi rimase impresso quel piatto di spaghetti con le polpettine, che il simpatico cuoco Tony preparava per Lilli e il Vagabondo; io ancora non li conoscevo, ma mi sembravano davvero una specialità! E’ un primo piatto che in America viene considerato tipicamente italiano, anche se in realtà questi Spaghetti with meatballs, come vengono chiamati, in Italia non li cucina quasi nessuno. Per la ricetta delle polpettine mi sono ispirata a quella di mia mamma, che prepara questo piatto ogni tanto la domenica utilizzando però i paccheri al posto degli spaghetti.

Spaghetti 5

Ingredienti per 4 persone:

  • 320 gr di spaghetti (ho utilizzato spaghetti quadrati, più spessi dei tradizionali)

Per il condimento degli spaghetti:

  • 210 gr di polpa di pomodoro

Ingredienti per le polpettine: 

  • 380 gr di carne macinata 
  • 2 cucchiai colmi di pangrattato
  • 2 cucchiai colmi di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai colmi di prezzemolo tritato
  • 1 cucchiaino di senape in polvere
  • 1\2 cucchiaino di noce moscata
  • 1\2 cucchiaino di cumino in polvere
  • 1\2 cucchiaino di sale fino
  • 1\2 cucchiaino di pepe
  • 1 uovo

Spaghetti 2

Preparazione:

In una ciotola riunisci tutti gli ingredienti per le polpettine e mescola con un cucchiaio per amalgamare gli ingredienti. Forma delle piccole polpettine fino a terminare tutta la carne.

Metti a bollire l’acqua per cuocere la pasta.

In una padella ampia fai scaldare un filo di olio extravergine di oliva e rosola le polpettine a fuoco medio in modo da formare una doratura croccante alle polpette. Quando sono ben rosolate aggiungi la polpa di pomodoro e fai cuocere fin quando il pomodoro è denso ed è evaporata tutta la parte acquosa, ci vorranno pochi minuti. Spegni il fuoco e tieni da parte.

Nel frattempo fai cuocere gli spaghetti.

Quando è cotta, scola la pasta e condisci con le polpettine al sugo mescolando delicatamente.

Spaghetti 4

Buona domenica!