Kaiserschmarren in onore di Corvara

Kaiserschmarren 1

Corvara è per me come una seconda casa, ogni volta che ci vado è una festa, lì trovo tutto ciò di cui ho bisogno per rigenerarmi: tanto verde, natura autentica, aria pulita e fresca, lunghe passeggiate su per le rocce dolomitiche per godere di panorami mozzafiato e sentirsi vivi. Devo dire che anche dal punto di vista enogastronomico l’Alta Badia è il top: oltre a prodotti tipici come speck, formaggi, pane di segale chiamato puccia, frutti di bosco e ottimi vini, ci sono un sacco di piatti e ricette davvero prelibate. Canederli, spätzle, cajincì, zuppa d’orzo con turtres (sfoglie fritte ripiene di spinaci o crauti), torte di grano saraceno, krapfen ai semi di papavero, strudel di mele con salsa alla vaniglia, e il kaiserschmarren, vale a dire l’omelette dell’imperatore, una frittatina dolce strapazzata servita con zucchero a velo e marmellata di mirtilli rossi. La migliore Kaiserschmarren l’ho mangiata al rifugio “Santa Croce” che vedete qui sotto in foto. Dedico questa ricetta alla nostra guida ufficiale nonchè amica Emanuela: si lo so, avevo promesso di farla con le mele, non mi sono dimenticata ma ero senza e l’ho fatta classica!  Prossima sperimentazione: la mela ripiena avvolta nel guscio di frolla con salsa alla vaniglia calda! A presto!

Kaiserschmarren 3 Kaiserschmarren 2 Kaiserschmarren

Ingredienti per 2/3 persone:

  • 150 ml di latte
  • 3 uova
  • 90 gr di farina
  • un pizzico di sale
  • mezza bacca di vaniglia
  • una noce di burro
  • un cucchiaio di zucchero a velo + un cucchiaio di zucchero semolato
  • due cucchiai di marmellata di mirtilli rossi

Preparazione:

In una ciotola mescolate con una frusta il latte, la vaniglia, la farina e il pizzico di sale, e se necessario utilizzate uno sbattitore elettrico per eliminare i grumi.

Montate a neve gli albumi, quindi unite alla pastella di latte e farina i tuorli, amalgamate bene, poi aggiungete gli albumi montati a neve e mescolate con una spatola per incorporare il tutto.

Fate fondere una noce di burro in una padella antiaderente, versate la pastella e fate cuocere qualche minuto. Prima di girare l’omelette si dovrà formare una crosticina abbrustolita,  quindi con l’aiuto di una spatola girate l’omelette per farla cuocere anche dall’altro lato. Mentre cuoce il secondo lato spolverizzate l’omelette con un cucchiaio di zucchero semolato.

A cottura ultimata, quando l’omelette sarà bella dorata da entrambi i lati, spegnete il fuoco e tagliate l’omelette a losanghe, usando due forchette per avere un risultato rustico e “strapazzato”.

Mettete gli straccetti di omelette su un piatto da portata, cospargete con zucchero a velo e servite con la marmellata di mirtilli rossi.

Kaiserschmarren 2

Mousse di fragole

Mousse 1

Un dessert davvero veloce e fresco, senza cottura, ideale per le giornate estive! Le fragole fanno la differenza, se trovate quelle piccole è meglio, sono più saporite. Il Campari, anche se vi sembra insolito, si sposa perfettamente con il sapore delle fragole e dà anche un tocco di originalità a questa mousse.

Ingredienti per 6 bicchierini:

  • 500 gr di fragole
  • 200 ml di panna fresca
  • 4 cucchiai di zucchero semolato
  • 2 cucchiai di zucchero a velo
  • 2 cucchiaini di gelatina in polvere oppure due fogli di colla di pesce
  • un bicchierino di campari

Mousse 2

Preparazione:

Selezionate una decina di fragole che userete per la decorazione finale, quindi eliminate il picciolo alle restanti e tagliatele a metà. Frullatele in un mixer con 4 cucchiai di zucchero. Assaggiate e aggiustate la dolcezza aggiungendo se necessario un pò di zucchero. Aggiungete un bicchierino di Campari e mescolate.

Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda.

Mettete quattro cucchiai di purea di fragole in una ciotolina, fate scaldare a microonde fino quasi all’ebollizione e fate sciogliere i fogli di gelatina ben strizzati o la gelatina in polvere mescolando bene fino al completo scioglimento. Fate raffreddare.

Quando la purea di fragole con la gelatina è a temperatura ambiente, unitela alla restante purea di fragole e mescolate bene. Sistemate un cucchiaio o due di purea di fragole  sul fondo di ogni bicchierino.

Montate la panna con due cucchiai di zucchero a velo, dovrà essere ben montata.

Con una spatola amalgamate la panna alla purea di fragole procedendo poco per volta per non danneggiare troppo la panna montata.

Riempite con la panna alle fragole i bicchierini e mettete in frigorifero per almeno 5 ore.

Al momento di servire decorate i bicchierini con le fragole tenute da parte.

Croissant francesi… bienvenue à Paris!

Croissant titolo

Se Parigi avesse un sapore saprebbe di… CROISSANT!!! Un dolce, sì, ma non troppo dolce, con una nota salata a far da contrasto, croccante e sfogliata, ma anche morbida e burrosa, semplice eppure sofisticata, da mangiare a colazione per iniziare bene la giornata, insomma, per me una buona croissant batte mille volte molti dolci elaborati. Andando sul pratico invece… vi consiglio di iniziare la preparazione nel primo pomeriggio: in questo modo la preparazione si concluderà nella mattinata del giorno successivo. Per avere croissant freschi la domenica mattina a colazione si può fare così: si inizia intorno alle 15:00 del venerdì, si prosegue la preparazione fino alla creazione delle croissant, che avverrà sabato in mattinata dopo aver fatto riposare l’impasto tutta la notte. A questo punto al posto di far lievitare per 2 ore le croissant si mettono in freezer avvolte in pellicola per alimenti chiuse in un contenitore. Prima di andare a dormire sabato sera, si tolgono le croissant dal freezer, si elimina la pellicola, si adagiano su una teglia con carta forno e si lasciano nel forno chiuso e spento. La domenica mattina le croissant saranno perfettamente lievitate, basterà spennellarle con l’uovo sbattuto e farle cuocere per 15\20 minuti a 200°C. Dovete provare a farle, almeno una volta nella vita, la soddisfazione è assicurata, vi sembrerà di essere a Parigi in una elegante boulangerie!

Bonne journée!

Croissant 27 Croissant 25

Ingredienti per circa 14 croissant:

  • 500 gr di farina manitoba
  • 10 gr di sale
  • 80 gr di zucchero
  • un dadino di lievito di birra fresco
  • 3 dl di acqua fredda
  • 300 gr di burro freddo
  • 1 uovo e un pizzico di sale per spennellare

Preparazione:

Fai sciogliere il dadino di lievito di birra nell’acqua mescolando bene con un cucchiaio.

Metti la farina nella ciotola della planetaria insieme al sale e allo zucchero e a 2\3 dell’acqua e lievito. Aziona la planetaria con il gancio e lascia impastare alla minima velocità per 2 minuti, poi aggiungi l’acqua restante procedendo pian piano, potrebbe avanzartene un pochino. Lascia impastare per altri 5\6 minuti.

Termina di impastare a mano per alcuni minuti, poi metti l’impasto in una ciotola coperta con pellicola per alimenti e lasciala in frigorifero per 1 ora.

Togli la ciotola dal frigorifero. (foto 1)

Croissant 1

Spolverizza il piano di lavoro con un pò di farina manitoba. (foto 2)

Croissant 2

Stendi la pasta in un rettangolo di 60 cm di altezza e 20 cm di larghezza, tenendo la base più stretta verso di te. Tenere un righello a portata di mano aiuta a raggiungere la misura giusta. (foto 3)

Croissant 3

Con il burro crea un rettangolo di 40×19 cm, il burro deve essere freddissimo. (foto 4)

Croissant 4

Metti il burro sulla parte inferiore del rettangolo, quella più vicina alla base e stendilo picchiettando in modo da occupare i 2\3 di rettangolo, lasciando libero un centimetro per ogni lato. In questo modo rimarrà libera dal burro la parte superiore del rettangolo. (foto 5)

Croissant 5

Rifila con un coltello il lato superiore per avere un bel rettangolo dritto. Piega la parte senza burro del rettangolo sopra la parte con il burro. (foto 6)

Croissant 6

Sovrapponi la parte inferiore del rettangolo sopra alla parte libera dal burro, in modo da creare un “sandwich” fatto da due strati di burro e tre di pasta. (foto 7)

Croissant 7

Avvolgi il panetto ottenuto nella pellicola per alimenti e metti in frigorifero per 1 ora. (foto 8)

Croissant 8

Trascorsa l’ora tira fuori il panetto dal frigorifero, tieni da parte la pellicola che servirà dopo. (foto 9)

Croissant 9

Con il mattarello e una spolverata di farina manitoba stendi il panetto in un rettangolo di 60 cm di altezza e 20 cm di larghezza, tenendo la base più stretta verso di te, come hai fatto all’inizio. (foto 10)

Croissant 10

Piega, come prima, un terzo di pasta dall’alto verso il centro, poi la parte in basso verso l’altra, in modo da ricreare il panetto. (foto 11)

Questa operazione di stesura del rettangolo 60 x 20 cm e le piegature per formare il panetto andrà ripetuta 3 volte, ogni volta facendo riposare il panetto avvolto nella pellicola per 1 ora in frigorifero. Queste piegature consentono al burro e alla pasta di formare gli strati della sfoglia.

Croissant 11

Dopo aver steso e piegato l’impasto 3 volte, lascia il panetto avvolto nella pellicola per tutta la notte in frigorifero.

La mattina dopo togli il panetto dal frigorifero. (foto 12)

Croissant 12

Con mattarello e farina stendi la pasta in un rettangolo di 42 cm di lunghezza e 30 cm di larghezza. (foto 13)

Croissant 13

Con un coltello affilato taglia i bordi per avere un rettangolo preciso. Tieni da parte i ritagli, ci faremo delle mini brioche. (foto 14)

Croissant 14

Taglia il rettangolo in due parti per il lungo in modo da ottenere due strisce da 15 cm di larghezza ognuna e 40 cm di altezza. (foto 15)

Croissant 15

Da ogni striscia ricava dei triangoli. (foto 16)

Croissant 16

Fai raffreddare 30 minuti in frigorifero, nel frattempo prepara 2 teglie foderate con carta forno.

Arrotola ogni triangolo dalla base più larga in su, tirando un pò la pasta in punta. Volendo puoi mettere un bastoncino di cioccolato all’interno. Arrotonda le punte della croissant per creare la tipica forma a luna crescente e metti le croissant ottenute nella teglia, ben distanziate tra loro con la punta rivolta in sotto per non farla sollevare in cottura. (foto 17)

Croissant 17

Con i 4 ritagli di pasta forma delle girelle arrotolando semplicemente la pasta su se stessa. Metti anche loro in teglia. (foto 18)

Croissant 18

Lascia lievitare a temperatura ambiente per 2 ore. (foto 19)

Croissant 19

Dopo 2 ore di lievitazione le croissant saranno quasi raddoppiate in volume. (foto 20 e 21)

Croissant 20 Croissant 21

Spennella le croissant con un uovo sbattuto con un pizzico di sale e cuoci in forno già caldo a 200°C per 15/20 minuti. Dovranno essere ben dorate esternamente. Fai raffreddare su una gratella e sevi tiepidi. 

Croissant 26 Croissant 23 Croissant 24

Croissant 22

 

Iced Matcha

Matcha

Era l’estate del 2008 quando assaggiai per la prima volta l’iced matcha: avevamo fatto una pausa da Starbucks dopo una lunga gita con i quad a Mykonos e mi ricordo ancora che trovai questa bibita gelata leggermente amara un vero toccasana rigenerante, anche per le proprietà antiossidanti del tè verde. Visto il caldo di questi giorni ho deciso di preparare un bel drink ghiacciato per merenda. Idea fashion: servite il tè matcha in barattoli di vetro di medie dimensioni con un paio di cannucce. I barattoli sono una bella idea per servire anche altri cocktail con tanto ghiaccio.

Matcha frappè

Burger di pollo speziati, salsa yogurt menta e cetriolo, pane pitta e cocktail al pompelmo rosa e ginger ale

cena etnica 2

Ogni tanto è divertente provare ricette dal tocco etnico, semplici e con ingredienti piuttosto comuni ma che accostati tra loro danno vita a dei bei sapori multisfaccettati! La ricetta dei burger di pollo è ispirata a quella di Martha Stewart, mentre per il pane pitta ho seguito Paul Hollywood sull’impasto e ho poi cotto le pitta in padella anzichè al forno, per una cottura più rapida. La salsa yogurt è una mia aggiunta, sta benissimo per bilanciare le spezie e regalare cremosità e freschezza. Il cocktail al pompelmo rosa e ginger ale è stata una grande scoperta: l’ho provato per caso e credo proprio che lo rifarò, è ottimo!

cena etnica 1

Ingredienti per il pane pitta (circa 8 pezzi)

  • 250 gr di farina manitoba
  • 5 gr di sale
  • 7 gr di lievito di birra secco
  • 1,6 dl di acqua fredda
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • farina extra per spolverizzare

Preparazione del pane pitta:

Nella ciotola della planetaria versa la farina, il sale da una parte, il lievito dall’altra e aggiungi l’olio e 2\3 dell’acqua. Aziona con il gancio per impastare e lascia andare a minima velocità finchè non si è creato un impasto grossolano. Aggiungi, con la planetaria in azione, l’acqua rimasta, tenendo presente che forse non servirà tutta, quindi procedi per gradi. Termina di impastare per 5 minuti a mano, in modo da ottenere un impasto morbido, ma non molle, e con una sottile pellicina. Metti l’impasto in una ciotola coperta con un canovaccio e fai lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 o 3 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione rovescia l’impasto su un piano infarinato e taglialo in 8 pezzi. Con un mattarello e una spolverata di farina stendi ciascun pezzetto in una sfoglia alta pochi millimetri, come se fosse una piadina. Puoi stenderle tutte e conservarle una sull’altra alternate da un foglio di carta forno oppure farne una alla volta.

Scalda una padella antiaderente e quando è calda regola la fiamma sul fuoco medio. Cuoci le pitta direttamente in padella: vanno girate quando si sono create grosse bolle e la pitta si è gonfiata come un palloncino, vedi foto.

Pitta 1 pitta 2

Impilale una sull’altra man mano che sono pronte e tienile coperte con un canovaccio per mantenerle morbide.

cena etnica 3

 

Ingredienti per i burger di pollo (per due persone):

  • 300 gr di petto di pollo
  • 2 cipollotti
  • un pezzo da 5 cm di zenzero
  • 1 cucchiaino per ciascuna delle seguenti spezie: cumino macinato, garam masala, paprica, cardamomo macinato, pepe di cayenna
  • un cucchiaino di sale
  • 2 cucchiai di succo di limone
  • due cucchiai di olio extravergine di oliva

Preparazione dei burger di pollo:

Taglia il petto di pollo in pezzetti grossolani, mettilo in una ciotola insieme alle spezie, il sale, il succo di limone, l’olio, i cipollotti mondati e lo zenzero pelato e grattugiato. Mescola, copri con della pellicola e fai marinare in frigorifero per almeno 1 ora.

Trascorso il tempo di riposo metti il pollo nel mixer e azionalo a scatti per tritare il tutto in modo da avere un composto non troppo omogeneo.

Con un coppa pasta crea gli hamburger e cuocili in una padella con una noce di burro a fuoco medio girandoli solo quando sono ben rosolati.

Ingredienti per la salsa yogurt (per due persone):

  • 1 vasetto di yogurt magro
  • 1 cetriolo
  • qualche rametto di menta
  • un pizzico di sale

Preparazione della salsa yogurt:

Sbuccia il cetriolo e taglialo a dadini piccoli. Mettilo in una ciotola con un pizzico di sale. Aggiungi lo yogurt e le foglie di menta tritate grossolanamente.

Ingredienti per il cocktail (per due persone):

  • 1 pompelmo rosa
  • 200 ml di ginger ale
  • 6 cubetti di ghiaccio

Preparazione del cocktail:

Spremi il pompelmo rosa e mettilo in una caraffa da mezzo litro. Aggiungi i cubetti di ghiaccio e il ginger ale. Mescola e servi subito.