Granita al caffè con panna montata

granitacaffè1

Quando il clima è davvero torrido anche il caffè diventa iced meglio ancora se un po’ speciale, come questo caffè trasformato in granita e servito con della panna montata per un tocco di soffice golosità e per sentirsi un po’ in vacanza!

granitacaffè2

Ingredienti per 6 bicchierini:

  • 450 ml di acqua
  • 80 gr di zucchero
  • 6 cucchiaini di caffè solubile
  • 200 ml di panna fresca
  • un cucchiaio di zucchero a velo (opzionale, per la panna montata)
  • un pizzico di cannella o cacao se piace

Preparazione:

Fate scaldare l’acqua con lo zucchero e il caffè in un pentolino e portate a 85°C, quindi spegnete e travasate il caffè in una brocca con beccuccio. Fate raffreddare a temperatura ambiente. Quando il caffè è freddo potete versarlo nella gelatiera in azione (io utilizzo la gelatiera Kitchenaid a velocità 1) e fatela lavorare per 30 minuti. Versate la granita in una vaschetta di plastica e riponete in freezer a rassodare per 30 minuti (ma anche di più, non è un problema). Se non avete la gelatiera potete versare il caffè in una vaschetta ampia, riporre in freezer e mescolare ogni 15/20 minuti per rompere i cristalli di ghiaccio e formare la granita.

Prima di servire montate la panna (io non metto zucchero ma se vi piace dolce potete aggiungere un cucchiaio di zucchero a velo mentre montate). Distribuite la granita di caffè nei vostri bicchierini e completate con un cucchiaio di morbida panna montata e una spolverata di cannella o cacao se vi piace!

granitacaffè4

La torta nera di Natale di Nigella Christmas!

black cake 4

Finalmente è arrivato S.Ambrogio e questo significa che tra poco è Natale!!! Sono contenta perché la stagione mi legittima a utilizzare spezie e canditi come se non ci fosse un domani e posso lanciarmi nella preparazione di trecce, brioche, torte e girelle ricche di tutti gli ingredienti tipici del Natale: cannella, scorza d’arancia, chiodi di garofano, canditi, uvette, mirtilli rossi, zenzero, miele, noci, mandorle…. chi più ne ha più ne metta! Questa torta è proprio la “quintessenza del Natale” gastronomicamente parlando, senza contare che ne sono rimasta affascinata molti anni fa quando, ancora ragazzina, guardavo le puntate di Nigella Christmas sulla BBC registrando le puntate e premendo pausa ogni 30 secondi per trascrivere scrupolosamente le ricette! Se volete immedesimarvi nel colpo di fulmine che ho avuto quando ho visto la puntata sulla black fruity cake potete cliccare qui e vedere su youtube il video di Nigella! (la ricetta della torta è al minuto 2:00)

black cake 1

Ingredienti per 2 torte (io ho fatto il plumcake che vedete in foto e una ciambella da 20 cm di diametro)

  • 350 gr di prugne denocciolate tagliuzzate in pezzetti
  • 250 gr di uvette
  • 85 gr di mirtilli rossi essiccati
  • 85 gr di mirtilli neri essiccati
  • 175 gr di burro a temperatura ambiente
  • 150 gr di zucchero muscovado
  • 200 gr di miele
  • 125 ml di liquore al caffè (Tia Maria)
  • succo e scorza di 2 arance medie
  • 1 cucchiaio di spezie miste natalizie o per gingerbread (cannella, zenzero, chiodi di garofano, anice stellato)
  • 3 cucchiai colmi di cacao amaro
  • 3 uova
  • 150 gr di farina 00
  • 75 gr di farina di mandorle
  • 1\2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1\2 cucchiaino di bicarbonato
  • spray oro alimentare
  • stelline dorate per decorare

black cake 2

Preparazione:

Munitevi di una pentola bella ampia e dal fondo spesso e unite tutta la frutta, il burro, la scorza e il succo delle arance, il liquore al caffè, lo zucchero, il miele, il cacao, le spezie e fate scaldare a fuoco medio mescolando di tanto in tanto per evitare che il composto si attacchi al fondo. A partire dal bollore fate cuocere per 5 minuti, il liquido evaporerà un pochino e si fonderà con la frutta idratandola, dovrete ottenere un composto simile a una marmellata come consistenza. Non preoccupatevi se vi sembra liquido perché è proprio questo che renderà la torta bella morbida.

Spegnete il fornello e fate raffreddare per 2 o 3 ore o di più se vi fa comodo, il composto dovrà intiepidirsi. Se lo fate raffreddare non ha importanza.

Aggiungete quindi le tre uova precedentemente sbattute, le  farine, il bicarbonato, il lievito e mescolate molto bene per amalgamare.

Versate l’impasto in due stampi da plumcake o rotondi precedentemente foderati con carta forno (importantissima per non far aderire l’impasto alla tortiera) e infornate a 150°C forno statico e già preriscaldato per 1 ora e 45 minuti.

A cottura ultimata, fate la prova stecchino per controllare: lo stuzzicadenti dovrà essere solo leggermente appiccicoso ma senza residui di impasto.

Fate raffreddare completamente, (e per completamente intendo completamente, se la torta è anche solo leggermente tiepida si sgretolerà una volta tolta dalla tortiera quindi resistete) quindi sformate la torta e decoratela con lo spray oro alimentare e delle stelline natalizie secondo i vostri gusti!

black cake 3

Nota sulla conservazione: se fate due torte potete avvolgerne una in un doppio foglio di alluminio, sigillando bene i bordi per conservarla fino a 1 settimana.

Nota sugli ingredienti: se vi recate in negozi specializzati trovate tutta la frutta candita ed essiccata che vi serve. Io vado a rifornirmi da Noberasco a Milano in via Spadari, la qualità è ottima e il negozio sempre ben fornito!

black cake 5

Chiffon cake al caffè, cacao e crema di whiskey

4

E’ proprio vero quello che scrive Monica Zacchia nel suo libro Le Fluffose: “Se siete tristi basterà fluffare per essere felici, o perlomeno non più tristi!” Per me fare dolci è come una terapia, qualcosa che mi rende felice e mi fa staccare la spina e credetemi, la chiffon cake o “la fluffosa” è davvero una di quelle torte che si ha il piacere di preparare e gustare per sentirsi subito meglio! Se imparate la ricetta base poi potete divertirvi con gli abbinamenti e crearne di diversi tipi, io oggi ho utilizzato caffè, cacao e un goccio di whiskey, ingredienti perfetti per questa serata autunnale!

2

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 160 gr di farina autolievitante
  • 160 gr di zucchero
  • 35 gr di sciroppo d’acero (o miele)
  • 35 gr di cacao amaro
  • 86 gr di caffè espresso (o della moka)
  • 86 gr di olio di semi
  • 1 bustina di cremor tartaro
  • un pizzico di sale
  • un bicchierino di crema di whiskey

Preparazione:

In una ciotola ampia setacciate la farina, il cacao, il pizzico di sale, poi aggiungete lo zucchero e mescolate facendo una cavità nel centro della ciotola per far spazio agli altri ingredienti.

In una brocchetta emulsionate l’olio di semi, il caffè, lo sciroppo d’acero (o miele) sbattendo con una frusta da cucina o con una forchetta.

Versate la parte liquida ottenuta nella ciotola con gli ingredienti secchi e unite a questi anche i tre tuorli. Mescolate con un cucchiaio e aggiungete il bicchierino di whiskey.

Nel frattempo montate a neve ferma i tre albumi con la bustina di cremor tartaro e quando sono ben montati uniteli al composto mescolando con una spatola in silicone dal basso verso l’alto.

Versate l’impasto nello stampo da chiffon cake da 18 cm e infornate a 150°C per 1 ora. A cottura ultimata estraete dal forno e capovolgete la torta sugli appositi piedini dello stampo. Quando è fredda è pronta per essere tolta dallo stampo: passate una spatola o un coltello a lama liscia lungo le pareti interne della torta per agevolare l’estrazione.  Servite con un bel caffè e gustate la sofficità della chiffon cake, è incredibile quanto sia morbida e umida, perfetta!

6

Choco-Coffee N. Y. Cheesecake

choco coffeeUna torta al cioccolato cremosa e golosa, aromatizzata al caffè che sia anche fresca? Ce l’ho, è la Choco-Coffee New York Cheesecake! La ricetta è quella di California Bakery, una garanzia in fatto di torte americane! La ricetta originale consiglia di completarla in superficie con il ripieno della cherry pie, ovvero una confettura ricca di ciliegie oppure di decorarla con riccioli di cioccolato. Io l’ho voluta lasciare così, al naturale e un pò grezza con le crepe in superficie ma mi piaceva l’idea di qualcosa di autentico e imperfetto e giusto per darle un tono l’ho contornata con un nastrino di raso color cioccolato.

choco coffee 2

Ingredienti per la crosta:

  • 300 gr di biscotti Digestive
  • 80 gr di burro fuso
  • 50 gr di cacao amaro
  • 40 gr di zucchero bianco
  • 2 gr di cannella

Ingredienti per il ripieno:

  • 600 gr di robiola
  • 100 gr di yogurt greco
  • 180 gr di zucchero bianco
  • 2 uova
  • 45 ml di caffè
  • 45 ml di liquore al caffè o liquore al cioccolato (io ho usato il Bayleys Chocolate)
  • 350 gr di cioccolato fondente

Preparazione:

Per la crosta tritate nel mixer tutti gli ingredienti in modo da ottenere un composto sbriciolato in modo molto fine dalla consistenza simile alla sabbia umida. Premete il composto sul fondo della tortiera e sui bordi in modo da creare un guscio di biscotti che rivesta tutta la tortiera che dovrà essere a cerchio apribile. Non disperate se non vi viene un bordo preciso, ci vuole un pò di pazienza e se proprio non è perfetto non ha importanza! Mettete in frigorifero per almeno 30 minuti.

Per il ripieno fate fondere il cioccolato fondente a bagnomaria e fate raffreddare a temperatura ambiente. Quando il cioccolato è quasi freddo, amalgamate in una ciotola la robiola, lo yogurt, lo zucchero, le uova, il caffè e il liquore senza mescolare troppo a lungo il composto. Unite anche il cioccolato fuso e amalgamate bene.

Versate la crema nel guscio di pasta e cuocete per 30 minuti a 160°C forno ventilato, poi altri 30 minuti a 150°C. A cottura ultimata, estraete dal forno e lasciate raffreddare a temperatura ambiente. Appena tolta dal forno il ripieno vi sembrerà ancora liquido, è giusto così, la crema si rassoda durante il raffreddamento! (La mia si è crepata perchè ho prolungato la cottura di 10 minuti, altrimenti sarebbe stata perfetta, mannaggia a me!!!)

Quando la torta è fredda sformatela e posizionatela sul piatto da portata. Mettete in frigorifero per 2 o 3 ore almeno e lasciatela 20 minuti a temperatura ambiente prima di servirla.

 

 

Bicchierini di cioccolato fondente con zabaione al rum

Bicchierini 2

Ho riempito questi bicchierini di cioccolato fondente (acquistati in una cioccolateria già fatti) con uno zabaione al rum. Li ho serviti insieme al caffè come friandises. L’alternativa è servire lo zabaione nelle tazzine da caffè spolverato di cacao oppure portarlo in tavola in una lattiera sul vassoio del caffè  insieme a latte e zucchero per poter macchiare il caffè a piacere!

Bicchierini 1

Ingredienti per 250 ml di zabaione

  • 4 tuorli
  • 4 cucchiai colmi di zucchero
  • 4 cucchiai di rum
  • bicchierini di cioccolato fondente

Preparazione:

Con uno sbattitore o una frusta elettrica monta i tuorli con lo zucchero in una ciotola resistente al calore fino ad ottenere un composto gonfio, spumoso e molto chiaro. Aggiungi il rum e monta ancora per amalgamare bene tutto.

Posiziona la ciotola con i tuorli su una pentola contenente acqua in leggera ebollizione, facendo attenzione che l’acqua non tocchi la ciotola con i tuorli. Prosegui a mescolare con una frusta a mano per 5 minuti. Lo zabaione dovrà assumere una bella consistenza liscia e setosa.

Versa lo zabaione nelle tazzine o in una lattiera e servi insieme al caffè. Puoi spolverizzare le tazzine con del cacao amaro. Prima di riempire i bicchierini di cioccolato è necessario far raffreddare lo zabaione a temperatura ambiente.

Servi su un bel vassoio e il gioco è fatto: semplice, veloce, buonissimo!

Bicchierini 3

Piccole panne cotte al caffè

Pannacotta titolo

La panna cotta è uno dei dolci al cucchiaio più facili e pratici quando si hanno ospiti perchè si prepara il giorno prima in porzioni individuali e basta servirle in tavola al momento del dolce. Di solito seguo la ricetta classica della panna cotta alla vaniglia, che trovate nel post “panna cotta and raspeberry“; oggi per cambiare vi propongo una versione mini al caffè, molto delicata, che decorata con panna montata e una spolverata di cacao vuole assomigliare a un mini cappuccino. Ho visto la ricetta durante una puntata di Summer Cooking con Csaba l’anno scorso, ho preso appunti su ingredienti e procedimento e l’ho poi personalizzata esteticamente in modo da avere delle piccole panne cotte cappuccino – style.

Pannacotta 2_titolo  Pannacotta 1_titolo

Ingredienti per 6/8 panne cotte:

  • 500 gr di panna fresca
  • 150 gr di zucchero a velo + 1 cucchiaino
  • 150 ml di caffè fatto con la moka
  • 400 gr di yogurt intero alla vaniglia
  • 4 fogli di gelatina
  • 1 cucchiaino di cacao amaro

Preparazione:

In un pentolino metti 400 gr di panna (i restanti 100 gr serviranno per la decorazione), lo zucchero a velo e il caffè fatto con la moka e scalda a fiamma media. Nel frattempo ammolla i fogli di gelatina in acqua fredda per ammorbidirli e quando la panna ha raggiunto il bollore, spegni il fuoco e aggiungi i fogli di gelatina ben strizzati. Mescola bene con una frusta per far sciogliere la gelatina.

Fai intiepidire, poi aggiungi lo yogurt e mescola.

Distribuisci la panna cotta in bicchierini monoporzione e fai raffreddare a temperatura ambiente. Una volta freddi riponili in frigorifero per almeno 6 ore e comunque fino al momento di servire.

Quando sei pronta a portare in tavola monta i 100 gr di panna con un cucchiaino di zucchero a velo e decora le panne cotte aggiungendo un ciuffo di panna montata su ognuna. Completa con una spolverata di cacao.