Insalata autunnale con cavolo cappuccio bianco e viola, mele, melograno, noci, bacche di goji e robiola di capra

Insalata1

Pensiamo all’ insalata non solo come a un piatto estivo o un contorno, ma proprio come una vera portata principale, adatta anche a una stagione più fredda come l’autunno se si scelgono ingredienti di stagione! Trovo sia importante sapersi alimentare correttamente e secondo me una bella ciotola di verdure arricchita da una parte proteica e del pane integrale ci aiuta in tal senso. Oggi ho utilizzato del cavolo bianco e viola a julienne e le mele, che nelle insalate mi piacciono sempre per la loro succosità e la dolcezza, e ho completato il piatto con noci e bacche di goji che fanno molto bene e chicchi di melograno per una lucentezza che non guasta. Per rendere l’insalata un piatto unico ho aggiunto un po’ di robiola di capra a fiocchetti. Un filo di olio, qualche seme di cumino e il gioco è fatto!

Ingredienti per 2 insalate:

  • cavolo cappuccio e cavolo viola a volontà
  • un cucchiaino di semi di cumino
  • 2 mele
  • chicchi di mezza melagrana
  • una manciata di gherigli di noci
  • due cucchiai di bacche di goji
  • olio extravergine di oliva
  • una robiola di capra
  • sale e pepe nero macinato al momento
  • un cucchiaio di aceto balsamico

insalata2

Preparazione:

Iniziate dal condire il cavolo cappuccio e il cavolo viola, precedentemente affettato sottilmente con dell’olio extravergine di oliva, sale, aceto balsamico e i semi di cumino in modo da ammorbidirlo un po’.

Lavate le mele e tagliatele a metà, lasciando la buccia. Eliminate il torsolo e tagliate la mezza mela a fettine sottili.

Distribuite l’insalata di cavolo nelle vostre ciotole, dividete le fettine di mela distribuendole come vi piace di più e completate aggiungendo le noci, i chicchi di melograno, le bacche di goji e per ultimo la robiola di capra distribuita a “fiocchetti” qua e là.

Prima di portare in tavola aggiungete un filo di olio extravergine di oliva e una bella macinata di pepe nero.

insalata3

Tacos tropicali con gamberi o pollo + mango, menta, lime, cocco e curry!

tacos2

Mi è venuta l’ispirazione per i tacos tropicali dopo una vacanza a Guadalupa: devo dire che mi piace proprio immergermi nella cultura dei posti che visito anche dal punto di vista gastronomico quindi assaggio tutti i piatti tipici oltre ad acquistare spezie e ingredienti locali e va sempre a finire che, una volta a casa, mi diverta spesso a riprodurre i piatti assaggiati in vacanza. Oggi avevo proprio voglia di tutti i sapori della cucina creola senza però dover stare troppo ai fornelli così ho pensato di fare dei tacos golosi in perfetto stile street food con gamberi e con pollo abbinati a mango, lime, menta e una salsina deliziosa al cocco e curry!

tacos3

Ingredienti per 4 tacos (due al pollo e due ai gamberi):

  • 4 tortillas
  • 120 gr di mazzancolle (pesate sgusciate)
  • 200 gr di petto di pollo
  • 4 manciate di insalata
  • un cucchiaio di curry
  • un pizzico di peperoncino
  • 100 ml di latte di cocco
  • 4 cucchiai di maionese
  • 2 lime
  • 1 mango maturo
  • 2 rametti di menta
  • sale e pepe
  • un filo di olio di sesamo (o extravergine di oliva)

tacos4

Preparazione:

Fate marinare il pollo tagliato a striscioline e le mazzancolle in due ciotole separate con il curry, il peperonicino, 50 ml di latte di cocco, un pizzico di sale e pepe per circa mezz’ora.

Eliminate la buccia al mango, tagliatelo a bastoncini e tenete da parte.

Preparate degli spicchi di lime, lavate e asciugate con carta assorbente la menta.

Mescolate 4 cucchiai di maionese con qualche cucchiaio di latte di cocco e un pizzico di curry in modo da ottenere una salsina fluida al sapore di cocco che non sia troppo liquida quindi aggiungete un cucchiaio di latte di cocco alla volta fino a raggiungere la consistenza desiderata.

Fate scaldare due padelline antiaderenti con un filo di olio di sesamo o  extravergine di oliva e fate rosolare il pollo e i gamberi fino a cottura. Spegnete e fate intiepidire.

Al momento di servire potete decidere se mettere tutti gli ingredienti in ciotole diverse e portare tutto in tavola in modo che ogni commensale componga il suo tacos oppure comporre voi il tacos con pollo, insalata, salsina al cocco, mango, menta e una spruzzata di lime e legarlo con un filo di spago. Aggiungete delle buone birre fredde ed ecco fatto un bel pranzetto tropicale ricco di gusto!

tacos1

Insalata estiva con straccetti di pollo, pesche grigliate, pomodorini, basilico, menta, mandorle, anacardi, uvette e mirtilli rossi: un’esplosione di colori!

insalatona3

Mi piace comporre insalate belle da vedere e ricche di colori, sapori e consistenze diverse come questa insalata con straccetti di pollo, pesche grigliate, pomodorini, basilico, menta, mandorle, anacardi, uvette e mirtilli rossi! Sembrano tanti ingredienti ma sono tutti facilmente reperibili e se amate fare insalatone gustose vi consiglio di tenere sempre in dispensa un po’ di frutta secca e semi per arricchire il tutto! Non abbiate paura di aggiungere della frutta fresca: queste pesche passate in padella aggiungono una bella nota succosa, dolce e profumata all’insalata e sta benissimo con il pollo, la menta e il basilico! Ecco gli ingredienti che ho utilizzato:

Ingredienti per 2 insalate:

  • insalata a volontà
  • 300 gr di petto di pollo a fettine
  • erbe aromatiche mediterranee per marinare il pollo
  • 2 pesche gialle
  • una decina circa di pomodorini
  • una manciata di uvette
  • una manciata di anacardi e mandorle
  • una manciata di mirtilli rossi
  • un piccolo mazzetto di menta e basilico
  • olio extravergine, sale, pepe nero e glassa di aceto balsamico

insalatona1

Preparazione:

Mettete il pollo a marinare almeno 12 ore con le erbe aromatiche (timo, maggiorana, rosmarino) e un filo di olio extravergine di oliva. Trascorso il periodo di marinatura cuocete il pollo in una padella o una griglia unta di olio extravergine di oliva e condite con sale e pepe nero macinato al momento. Fate grigliare anche le due pesche ridotte a fette spesse in modo che diventino ancora più dolci e succose.

Condite leggermente l’insalata con olio extravergine di oliva, sale e glassa di aceto balsamico, quindi sistematela nei piatti da portata.

Distribuite sull’insalata il pollo, le fette d pesca grigliata, i pomodorini tagliati a metà, le foglioline di basilico e di menta e cospargete con le uvette, i mirtilli rossi e le mandorle e gli anacardi. Appena prima di servire condite il tutto con un filo di olio extravergine di oliva. Buon appetito!

 

insalatona4

Insalatona deluxe con salmone affumicato, avocado, fettine di lime e semi di zucca

salad1

La sera è bello cenare con qualcosa di gratificante che sia anche leggero e salutare possibilmente. Io e Marco concludiamo spesso la settimana con una cenetta sul terrazzo a base di salmone e vino bianco e in estate la nostra cena preferita è proprio questa insalatona con salmone affumicato, avocado, fettine di lime e semi di zucca, facilissima da fare e non serve neanche accendere il gas quindi ideale per le serate più calde quando si ha voglia di freschezza senza rinunciare al gusto!

salad2Ecco la ricetta:

Ingredienti per 2 insalate:

  • insalata a volontà (non può fare che bene quindi abbondate pure)
  • 100 gr di salmone affumicato di buona qualità
  • 1 avocado grande e maturo
  • 1 lime
  • una manciata di semi di zucca
  • una manciata di semi di sesamo
  • un filo di olio
  • sale e pepe
  • due fette di pane o due gallette al sesamo per accompagnare

Preparazione:

Un trucco che uso sempre quando preparo le insalate composte è condire prima l’insalata in una grande insalatiera, porzionarla nelle ciotole che utilizzo e poi aggiungere gli ingredienti a scelta che così facendo non vengono “sporcati” dal condimento (soprattutto se usate l’aceto balsamico) risultando più belli da vedere e dall’aspetto più fresco e invitante!

Condite la vostra insalata con un filo di olio, sale e pepe senza esagerare dato che l’insalata sarà già ricca per via del salmone e dell’avocado, due alimenti che contengono già dei grassi buoni per natura. Distribuite l’insalata nelle vostre ciotole e aggiungete le fettine di salmone, l’avocado lasciato intero o distribuito a cucchiaiate, il lime tagliato a fettine sottili, (se vi piace potete anche usarne metà per condire l’insalata e l’altra metà a fettine) decorate con una spolverata di semi di zucca e di sesamo e completate mettendo una fetta di pane integrale o una galletta nella ciotola che, oltre a completare il piatto dal punto di vista nutrizionale è anche bella da vedere secondo me! Portate in tavola e consumate subito! Questo è un bell’esempio di come un’insalata si tramuta in un piatto gourmet! Ne ho già in mente tante altre per l’estate: fichi freschi, menta, robiola, prosciutto crudo, pesche, basilico, pomodorini confit… ho tante belle idee quindi non vi resta che aspettare!

salad3

 

Buddha Bowls

buddha1

Quando il cibo diventa moda, e quando la moda è salutare e promotrice di buone abitudini alimentari è bene che venga diffusa e celebrata! E’ il caso delle Buddha Bowls che, nate nei paesi orientali e già diffuse in alcune zone d’Europa, stanno iniziando ad arrivare anche in Italia e qualcosa mi dice che saranno molto amate! Ma veniamo al dunque: cosa sono le Buddha Bowls? Trattasi di ciotole colorate contenenti un pasto completo composto da verdure, proteine e cereali disposti ordinatamente e in modo creativo, belle e colorate, piene di nutrienti, fibre e vitamine, pensate per alimentarsi in modo corretto e sano senza tralasciare il gusto e l’aspetto estetico.

Buddha2

Ci sono delle regole di base per comporre le Buddha Bowls, niente ricette precise ma solo una giusta proporzione tra gli ingredienti. La prima regola di base è rispettare la stagionalità dei prodotti che devono seguire i ritmi della natura in modo da farci assumere i nutrimenti giusti per ogni periodo dell’anno. La seconda regola è il senso estetico: le Buddha Bowls devono essere belle prima ancora che buone quindi gli ingredienti vanno disposti a mucchietti ordinati alternando i colori come fanno in oriente dove la preparazione del cibo è un’arte che esprime gratitudine per i doni della natura. La terza regola è quella delle proporzioni: una Buddha Bowls si ritiene completa e bilanciata se contiene il 70% di ortaggi cotti e/o crudi, il 15% di cereali e un altro 15% di proteine vegetali o animali. E per concludere: non tralasciamo il condimento e i semi oleosi che rappresenta la parte di “grassi buoni” necessari per una giusta dieta. E ora non ci resta che comporre la nostra Buddha Bowl preferita! Dimenticavo, una curiosità: la Buddha Bowls si chiama così perché la sua forma ricorda la pancia piena e rotonda di Buddha! Ecco la mia Buddha Bowl preferita:

BUDDHA3

Ingredienti per 2 Buddha Bowls:

  • Insalata a volontà
  • Spinacini baby a volontà
  • 2 carota viola
  • 2 carote classiche
  • 1 finocchio
  • 6 fettine di salmone affumicato
  • 1 avocado maturo
  • 1 bicchiere di riso venere (io uso 1 busta di riso venere Gallo precotto, si prepara in microonde ed è comodo e buonissimo)
  • una manciata di semi di zucca e di sesamo o di girasole e lino
  • un filo di olio extravergine di oliva
  • il succo di un lime
  • poco sale in fiocchi

Preparazione:

Lavate l’insalata, mondate il finocchio e riducetelo a fettine sottili; tagliate le carote a nastro con un pelapatate per renderle graziose e invitanti. Sistemate le verdure, il salmone affumicato, il riso e l’avocado come meglio credete e condite con un filo d’olio, poco sale e il succo di lime; cospargete infine con una manciata di semi di zucca e di sesamo.

Enjoy your Buddha Bowl!

BUDDHA4

Se vi piace l’idea di mangiare in una ciotola, partite dalla colazione e componete una sorta di Buddha Bowl con: yogurt greco, cereali integrali o muesli, frutta fresca e disidratata come albicocche e prugne; frutta candita come cranberries, mango e papaya; noci e nocciole, semi oleosi, bacche di goji e un filo di miele a completare il tutto! In questo modo potete fare una bella colazione ricca di alimenti sani e preziosi per il nostro corpo!

Buddha6

buddha1

 

 

Crostoni di pane nero al cumino con uova barzotte, insalatina e maionese alla senape rustica.

gartine 7

Ho preso spunto per questa ricetta da un piatto che abbiamo assaggiato da GARTINE ad Amsterdam, un posticino davvero carino che offre colazioni, pranzi e merende tutti naturali e bio, utilizzando ingredienti presidio slow food provenienti dal loro orto fuori Amsterdam. Questo crostone è semplicissimo da fare ma di bell’effetto e nutriente, perfetto per la pausa pranzo! Se fate voi il pane darete quel tocco in più ma se non avete tempo va benissimo anche un buon pane acquistato in panificio, magari con semi o noci…

gartine 5

Gartine 1

Ingredienti per il pane:

  • 500 gr di miscela per pane nero Spadoni
  • 1 bustina di lievito (inclusa nella confezione)
  • 280 ml di acqua tiepida
  • 2 cucchiai di cumino in polvere

gartine 6

Ingredienti per completare:

  • 4 uova
  • insalata (meglio se lattuga a foglia larga)
  • 4 cucchiai di maionese
  • 1 cucchiaino di senape rustica in grani
  • 2 cucchiai di yogurt bianco naturale
  • qualche cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • qualche stelo di erba cipollina
  • sale nero in fiocchi

gartine 8

Preparazione:

Se volete fare voi il pane seguite le istruzioni presenti sulla confezione della farina Spadoni che vi consiglio perché si ottiene un pane davvero morbido, ben lievitato e ricco di sapore. Io oggi ho aggiunto anche il cumino per dare un sapore speziato che con le uova ci sta bene. Preparate il pane e una volta cotto e raffreddato va tagliato a fette spesse circa 2 cm. Tostate le fette in padella o nel forno, poi conditele con un filo di olio extravergine di oliva e un pizzico di sale. Tenete da parte.

Fate cuocere le uova per 6 minuti esatti, in questo modo l’albume risulterà rappreso ma il tuorlo ancora liquido. Sgusciate quindi le uova e tenete da parte.

Per la salsina mescolate la maionese, lo yogurt, la senape.

Componete il crostone: sistemate il pane al centro del piatto, sovrapponete l’insalata, conditela leggermente con un filo di olio e sale, sistemate sopra le uova barzotte sgusciate e copritele con la salsina. Spolverizzate con l’erba cipollina tritata, qualche stelo decorativo e un pizzico di sale nero in fiocchi, per un contrasto di colore. Servite subito e buon appetito! Qui sotto trovate due piatti di Gartine: sulla sinistra l’insalata con cheddar al cumino, germogli, erbe dell’orto e petali di bacon croccante e a destra il crostone che ho ricreato a casa!

 

Il pranzo di Natale: prove generali

natale-3Avete già pensato al menù di Natale? Io lo scorso fine settimana mi sono divertita a fare una “prova generale” per vedere che tutto fosse carino e ho invitato i miei genitori per un pranzetto in tranquillità!

natale-4

Dovete sapere che oltre a preparare dolci e ad avere una passione per i libri di cucina adoro apparecchiare la tavola con decorazioni in tema con il menù o l’occasione da festeggiare! Candeline, centrotavola, fiori freschi, sottopiatti e segnaposti di solito non mancano mai e così anche quest’anno ho già pensato a cosa utilizzare. Sì, credo proprio che terrò questo allestimento candido e innevato! E per il menù ho deciso per qualche stuzzichino e una insalata sfiziosa, poi un risotto creativo e il classico brindisi con panettone & spumante, ma ho ancora tempo per perfezionare il tutto! Ecco a voi le foto, una idea di menù e ovviamente le ricette!

natale-1

Menù

Cocktail natalizio: prosecco, cointreau e succo di cranberry

Mini croissant integrali con speck e radicchio

Pane integrale al carbone vegetale con degustazione di Tête de Moine*

Insalatina con melagrana, cranberry, pinoli, mandorle e caco mela

Risottino gourmet con Tête de Moine, pere caramellate e marmellata di fichi.

Panettone servito con salsina calda di arancia e cannella e Spumante per brindare

 christmas-1

Ricetta per il cocktail natalizio: 

Per 4 persone mescolate 80 ml di Cointreau con 100 ml di succo di cranberry, versate nei flute e colmate con prosecco.

natale-7

Ricetta per le mini croissant integrali con speck e radicchio:

Tagliate a listarelle un cespo di radicchio e fatelo saltare in padella con un filo di olio e un pizzico di sale finchè non sarà appassito e un pò abbrustolito. Spegnete il fuoco e fate raffreddare. Tagliate in otto spicchi un rotolo di pasta sfoglia integrale e distribuite una fettina di speck e una cucchiaiata di radicchio su ogni triangolino, quindi arrotolate ogni spicchio dall’esterno verso l’interno formando le croissant. Spennellate con un tuorlo d’uovo sbattuto con due cucchiai di latte e spolverizzate con semi misti a piacere. Infornate a 180°C per 25 minuti. Servite tiepide.

christmas-2

Ricetta per l’ insalatina con melagrana, cranberry, pinoli, mandorle e caco mela 

Condite la vostra insalata preferita con una vinaigrette composta da olio, sale, miele, poco limone spremuto e disponetela sui piatti, quindi decorate con pinoli e mandorle a lamelle tostati, cranberries disidratati, chicchi di melograno e fettine di cacao mela. Servite subito per evitare che l’insalata appassisca.

natale-5

Ricetta per il risottino gourmet con Tête de Moine, pere caramellate e marmellata di fichi.

Per quattro persone: fate tostare due bicchieri colmi di riso in un filo di olio extravergine di oliva, sfumate con mezzo bicchiere di prosecco o vino bianco e quando è evaporato procedete alla cottura del risotto aggiungendo un mestolo alla volta di brodo vegetale. A cottura ultimata spegnete il fuoco e mantecate con il formaggio Tête de Moine. Decorate il risotto con dadini di pera fatti precedentemente caramellare in una padella con zucchero e anice stellato. Aggiungete qualche goccia di marmellata di fichi, posizionate una rosetta di formaggio al centro e servite.

natale-13

natale-9

*Una nota sul formaggio Tète de Moine:

Ho assaggiato questo formaggio durante l’evento “Il tram del gusto” e ne sono rimasta affascinata, non solo per il sapore intenso e aromatico ma anche per la modalità di degustarlo: non si taglia come gli altri formaggi a fettine ma si creano dei fiori mediante l’apposito utensile chiamato “la girolle” che vedete in foto. Se siete curiosi trovate qui tutte le informazioni su questo particolare formaggio svizzero!

Ricetta per la salsina di accompagnamento al panettone:

In una ciotolina mescolate 4 cucchiai colmi di marmellata di arance, il succo di mezzo lime, un bicchierino di liquore all’arancia o all’amaretto, un pizzico di cannella e 2 cucchiai di sciroppo d’acero. Mescolate, assaggiate e aggiustate i sapori secondo i vostri gusti. Prima di servire scaldate la salsina per qualche secondo in modo da servirla tiepida.

natale-15

natale-18

natale-14

E ora un piccolo brindisi per augurarvi buone feste! Auguri!

christmas-brindisi

La vigilia di Natale

Vigilia 4

Quest’anno per la Vigilia di Natale ho deciso di preparare una cena leggera e alternativa, molto lontana da tutto quello che tradizionalmente si usa cucinare per Natale. La tavola sarà bianca e oro, con tante candeline per augurare un Natale pieno di luce da portare sempre dentro di noi!

Vigilia 6

Menù 

Aperitivo

Champagne e torcetti di pasta sfoglia al formaggio e alle olive

Antipasti

Tartine di riso soffiato con guacamole e germogli di crescione

Insalata con mango, mazzancolle al curry e anacardi tostati

Panini al papavero fatti in casa con salmone affumicato e crème fraîche al wasabi

Hummus di zucca speziato su pane naan croccante

Piatto principale

Trancio di salmone al tè verde con riso basmati al latte di cocco

Dessert

Torta mousse di cioccolato all’arancia con alchechengi.

Friandises

Girelle alla frutta secca

Vigilia 1

Ricette:

Champagne e torcetti di pasta sfoglia al formaggio e alle olive

Con la pasta sfoglia si possono fare dei salatini buonissimi e sempre diversi! Per realizzarli basta utilizzare la pasta sfoglia rettangolare, spolverizzare la superficie con gli ingredienti scelti come per esempio formaggio grattugiato, senape e pancetta, pasta di acciughe, patè di olive ecc, tagliare delle strisce larghe circa 2 cm e arrotolarle in modo da creare dei torcetti! Inforna a 180°C per 15 minuti, fino a doratura.

 vigilia-12

Tartine di riso soffiato con guacamole e germogli di crescione

Questa ricetta è una mia rivisitazione del classico guacamole: è facile e veloce; si può servire sulle tartine di riso soffiato oppure su fettine di pane di segale e decorare a piacere (con semi di sesamo nero, con gamberetti grigliati, con pomodorini…). Per questa cena ho scelto i germogli di crescione, delicati e freschi e il sesamo nero.

Ingredienti:

  • 1 avocado maturo
  • 30 ml di succo di lime
  • 150 gr di piselli in lattina
  • 15 mini tartine di riso soffiato
  • una manciata di germogli di crescione per decorare
  • sale, pepe

Preparazione:

Metti nel mixer tutti gli ingredienti: la polpa di avocado, il succo di lime, i piselli già cotti e scolati dal liquido di conservazione, una presa di sale e pepe. Aziona fino ad ottenere una purea verde. Regola di sale se necessario e spalma sulle tartine di riso soffiato. Decora con i germogli di crescione.

IMG_9949

Insalata con mango, gamberi al curry e anacardi tostati

Inserisco spesso delle insalate sfiziose durante le cene che organizzo, perchè aggiungono freschezza e non appesantiscono, in più si possono fare con mille ingredienti diversi a seconda dell’occasione. Di solito preparo una base di insalata già condita nei piattini individuali e distribuisco sopra gli ingredienti in modo da portare in tavola dei bei piattini colorati e invitanti. Questa versione prevede una base di insalata misticanza leggermente condita con glassa di aceto balsamico, olio e sale, qualche foglia di basilico sminuzzata, dadini di mango, mazzancolle spolverate di curry e grigliate in padella e una manciata di anacardi tostati per dare croccantezza.

Panini al papavero fatti in casa con salmone affumicato e crème fraîche al wasabi

Semplicissimi panini con il salmone resi più originali dalla crème fraîche al wasabi. Il valore aggiunto è inoltre dato dai panini ai semi di papavero fatti in casa, leggermente dolci, ideali da abbinare alla sapidità del salmone affumicato. In alternativa al wasabi si può aromatizzare la crème fraîche con l’aneto fresco sminuzzato o erba cipollina per un gusto più classico.

Ingredienti per i panini:

  • 500 gr di farina manitoba
  • 10 gr di semi di papavero
  • 50 gr di burro fuso
  • 60 gr di zucchero + 2 cucchiaini
  • 7 gr di sale
  • 300 ml di latte
  • 1\2 cubetto di lievito di birra fresco (12 gr)
  • 1 tuorlo d’uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte

Ingredienti per farcire:

  • 1 confezione di crème fraîche
  • 1 cucchiaino di wasabi
  • 1 confezione grande di salmone affumicato

Preparazione:

In una brocca fai scaldare leggermente 100 ml di latte e sciogli mezzo dadino di lievito di birra fresco insieme a 2 cucchiaini di zucchero. Fai riposare il composto ottenuto per 10 minuti.

In un’altra ciotola mescola 50 gr di burro fuso, 60 gr di zucchero, 200 ml di latte tiepido e 7 gr di sale.

Quando sono trascorsi i 10 minuti versa il composto di burro latte zucchero e sale nella brocca con il latte e lievito e inizia a versarlo nella ciotola della planetaria dove avrai messo la farina manitoba e i semi di papavero. Lascia impastare a velocità minima aggiungendo i liquidi gradualmente. Potrebbero non servire tutti, a me ne sono avanzati ben 100 ml, quindi regolati in base a quanto liquido assorbe la farina. Dovrai ottenere una palla liscia ed elastica ed è pronta quando ha raccolto tutta la farina dalle pareti della ciotola.

Metti l’impasto ottenuto nella ciotola dove hai impastato coperta con un canovaccio pulito e lascia lievitare in un luogo tiepido per circa 2 o 3 ore fino al raddoppio.

Quando la pasta è raddoppiata forma i panini della dimensione desiderata e lascia lievitare ancora 40 minuti. Spennella i panini con 1 tuorlo d’uovo sbattuto con 2 cucchiai di latte e inforna a 220°C per 20 minuti.

Nel frattempo prepara gli ingredienti per farcire i panini: mescola il wasabi alla crème fraîche e taglia le fettine di salmone affumicato in due.

A cottura ultimata sforna i panini, lasciali raffreddare completamente, poi tagliali a metà e farcisci con un cucchiaino di crème fraîches e una mezza fetta di salmone affumicato.

vigilia-13

Hummus di zucca speziato su pane naan croccante 

Se ti piace la zucca, i ceci e le spezie, ti innamorerai di questo hummus un pò particolare. Ho trovato la ricetta sul libro “In cucina con Gordon Ramsey”, e con qualche piccola variazione è venuta proprio bene! Di solito la preparo in abbinamento a spicchi di pane naan tostato, in alternativa vanno benissimo delle piadine tagliate a spicchi e tostate sulla griglia.

IMG_9937

Ingredienti:

  • 400 gr di polpa di zucca (preferibilmente di tipo butternut)
  • 230 gr di ceci precotti (pesati già scolati)
  • 1 cucchiaio di tahini
  • 1 cucchiaio di burro di arachidi
  • sale, pepe, olio extravergine di oliva, peperoncino
  • 1 cucchiaio di ras el hanout (contiene le seguenti spezie in polvere: cannella, chiodi di garofano, noce moscata, coriandolo, cumino, finocchio, semi di senape, zenzero, fieno greco, paprica)

Preparazione:

Accendi il forno a 200°C. Riduci la polpa di zucca in pezzetti o fettine spesse circa 1\2 cm e condisci generosamente con olio, sale, pepe e peperoncino. Disponi la polpa di zucca condita su una teglia rivestita di carta da forno e cuoci per circa 30 o 40 minuti, finchè la zucca non diventa morbida e si riesce a schiacciare con una forchetta.

Nel frattempo scola i ceci e sbollentali in acqua non salata per qualche minuto per ammorbidirli ulteriormente. Scolali e tieni da parte.

Quando la zucca è cotta e morbida riunisci nel mixer tutti gli ingredienti: la zucca, i ceci, un cucchiaio di tahini, le spezie, il cucchiaio di burro di arachidi e frulla il tutto fino ad ottenere un purè denso e cremoso. Assaggia e regola di sale e pepe se necessario.

Servi in una ciotolina cospargendo l’hummus di semi di sesamo o di zucca e un filo di olio extravergine di oliva. Accompagna con pane naan croccante o spicchi di piadine tostate.

Trancio di salmone al tè verde con riso basmati al latte di cocco

salmon-3

Ho visto fare questa ricetta da Jamie Oliver in una puntata di “Five minute meals” e mentre lo guardavo mi sono appuntata la ricetta per poterla rifare al più presto! È un piatto unico sano e leggero, reso particolare dai profumi del tè verde e del latte di cocco, senza essere troppo invadente. Io ho utilizzato un tè verde a foglia intera con petali di rosa, delicato e profumato, che consiglio anche come bevanda in abbinamento al piatto.

salmon-6

Ingredienti per 2 persone:

  • 1 bicchiere di riso basmati
  • 1 bicchiere di latte di cocco
  • 1 bicchiere di acqua bollente
  • 2 tranci di salmone
  • 1 bustina di tè verde
  • 1\2 limone
  • pepe rosa, sale, pepe nero, sale in fiocchi, olio extravergine di oliva

salmon-1

Preparazione:

Inizia dal condimento per il salmone: su un tagliere rovescia il contenuto della bustina di tè verde, spolverizza di sale, pepe nero macinato al momento e pepe rosa (attenzione: non mettere le bacche intere, ma solo la parte esterna rosa. Come fare? Metti nel palmo di una mano una manciata di bacche di pepe rosa e sfrega le mani una con l’altra sopra al tagliere, in questo modo cadranno le briciole rosa e tratterrai tra le mani le bacche di pepe.)

Dopo aver rimosso le eventuali lische passa i due tranci di salmone nel mix preparato ricoprendo tutti i lati tranne quello della pelle che verrà eliminata dopo la cottura.

Prepara il riso basmati facendolo cuocere per 10/12 minuti in un bicchiere di acqua unito a un bicchiere di latte di cocco e un pizzico di sale grosso. Così facendo il riso assorbirà tutto il liquido e diventerà soffice e fragrante. (Se dovesse non assorbire tutto il liquido puoi scolarlo normalmente quando è cotto.)

Adagia il salmone in una teglia rivestita di carta forno e condisci con un filo di olio extravergine di oliva e qualche goccia di succo di limone. Cuoci nel forno microonde con la modalità “crisp” o “combinato” per 4 o 5 minuti. In alternativa lo puoi cuocere in padella per qualche minuto per lato.

A cottura ultimata elimina la pelle del salmone e assembla il piatto. Crea una base di riso irrorandolo con un filo di latte di cocco e adagia sopra il trancio di salmone.

Torta mousse al cioccolato all’arancia e alchechengi

Potevo offrire panettone e pandoro dopo una cena così? Ovviamente no! Per i dolci della tradizione aspetteremo il giorno di Natale, questa sera invece offrirò una torta – mousse fatta da due parti: una base al cacao aromatizzata al liquore di arancia e uno strato di mousse morbidissima!

Ingredienti per la base:

  • 40 gr di cacao
  • 70 gr di farina 00
  • 20 gr di burro fuso
  • 85 gr di latte
  • 1\2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 90 gr di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • 1 bicchierino di liquore all’arancia

Ingredienti per la mousse:

  • 300 gr di cioccolato fondente
  • 4 grammi di burro
  • 2 uova + 2 albumi
  • 1 cucchiaio di zucchero

Preparazione:

Inizia dalla base: mescola in una ciotola tutti gli ingredienti secchi, poi aggiungi quelli liquidi e con uno sbattitore elettrico o una frusta a mano amalgama il composto. Versa l’impasto in una tortiera a cerchio apribile imburrata e infarinata di circa 20 cm di diametro e cuoci per 15/18 minuti a 180°C. Estrai dal forno e fai raffreddare completamente, poi spennella la superficie con un pò di liquore all’arancia.

Prepara la mousse: fai sciogliere il cioccolato a bagnomaria, quando è sciolto unisci il burro e mescola per amalgamare, poi aggiungi i 2 tuorli, conservando gli albumi in un’altra ciotola. Mescola bene e fai raffreddare a temperatura ambiente.

Monta i 4 albumi con 1 cucchiaio di zucchero a neve bene ferma e quando il composto al cioccolato è a temperatura ambiente inizia piano piano ad incorporare gli albumi al cioccolato, procedendo in 3 o 4 volte delicatamente per non smontare gli albumi.

Assembla la torta: se hai un anello regolabile utilizzalo mettendo la base al cacao all’interno dell’anello e versando la mousse sopra, altrimenti utilizza la tortiera a cerchio apribile che hai utilizzato per far cuocere la torta. Versa la mousse sulla base al cacao e metti in frigorifero per almeno 4 ore prima di servire.

Decora la superficie della torta con alchechengi o con qualsiasi ingrediente ti suggerisce la fantasia: frutti di bosco, ciuffi di panna montata, scorzette di arancia candite ecc…

IMG_9974 IMG_9953

Girelle alla frutta secca

Da offrire insieme al caffè, queste girelle sono buonissime e croccanti, si realizzano con qualsiasi tipo di frutta a guscio: noci, nocciole, mandorle, pistacchi, pinoli, ricordano il sapore del baklava, ma sono meno dolci e decisamente più veloci da fare!

Vigilia 2

Ingredienti:

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di latte
  • 100 gr di frutta a guscio mista (io ho usato noci, nocciole, mandorle senza pelle, pistacchi, pinoli in parti uguali)
  • 60 gr di zucchero + 1 cucchiaino

Preparazione: 

Nel mixer trita i 60 gr di zucchero e la frutta secca azionando a intermittenza in modo da mantenere qualche pezzetto di frutta secca più grossolano.

In una ciotola monta l’albume a neve con 1 cucchiaino di zucchero e unisci il trito di frutta secca.

Srotola la pasta sfoglia e dividila in due parti nel senso della lunghezza.

Spalma il composto di frutta secca e albume e arrotola la pasta sempre nel senso della lunghezza, in modo da ottenere due cilindri. Metti in freezer per 15 minuti.

Preriscalda il forno a 180°C. Togli i due cilindri dal freezer, tagliali a rondelle di circa 1 cm e allineali su una teglia rivestita di carta forno lasciando un pò di spazio tra una e l’altra. Spennella i bordi con il tuorlo sbattuto con 2 cucchiai di latte e inforna per 15 minuti. Le girelle dovranno essere ben dorate e friabili.

Fai raffreddare e servi.

Vigilia 5 Vigilia 7

Non mi resta che augurarvi BUON NATALE!

Insalata benessere

IMG_0789

Un vero e proprio concentrato di benessere e un aiuto per il colesterolo: essendo ricca di verdura e frutta consente di assumere elementi preziosi per il nostro organismo e la presenza di spezie ed erbe aromatiche evita l’utilizzo di condimenti per mantenere basso il livello di colesterolo LDL. Il garam masala è un mix di spezie composto da: coriandolo, cumino, zenzero, pepe nero, cannella, cardamomo, chiodi di garofano, foglie di alloro, noce moscata e può essere personalizzato con altre spezie a seconda dei propri gusti.

Ingredienti per 1 insalata:

  • 4 manciate di cuori di lattuga
  • 8 pomodorini
  • 1\2 cetriolo
  • 1\2 mela
  • 4 gherigli di noci
  • 10 steli di erba cipollina
  • 2 cucchiai di yogurt bianco magro
  • 1\2 limone spremuto
  • 1 cucchiaino di garam masala
  • 2 cucchiaini di aceto balsamico
  • un pizzico di peperonicino
  • un pizzico di sale

Preparazione:

In una ciotolina mescola gli ingredienti per il condimento: succo di limone, un pizzico di sale e peperoncino, un cucchiaino di garam masala, due cucchiaini di aceto balsamico, due cucchiai di yogurt bianco magro e l’erba cipollina tritata. Tieni da parte.

Sbuccia mezzo cetriolo e taglialo a dadini piccoli.

Riduci a dadini anche mezza mela privata del torsolo.

Uniscili al condimento di yogurt il cetriolo e la mela a dadini e mescola per amalgamare gli ingredienti.

Tagli i pomodorini a metà o in quarti se sono grandi.

Assembla il tutto: su un piatto disponi i cuori di lattuga, al centro versa il mix di cetrioli e mela e distribuisci il condimento rimasto sull’insalata. Spargi i pomodorini, qualche stelo di erba cipollina tagliuzzato e i gherigli di noce sminuzzati.

Spolverizza con pepe nero e decora con due fettine sottili di mela.

Approfondimento sugli alimenti:

CETRIOLO:

E’ un ortaggio economico molto utilizzato nelle diete perchè contiene acido tartarico che impedisce ai carboidrati che assumiamo di trasformarsi in grassi, inoltre ha pochissime kcal, contiene molta acqua, fibre, provitamina A, le vitamine del complesso B, la vitamina C ed è ricco di iodio, manganese, potassio, ferro e calcio.

MELA:

E’ un frutto prezioso e benefico per diversi motivi:  oltre ad avere pochi zuccheri e a regolare l’insulina contiene vitamine del gruppo B, sali minerali e fibre, tra cui la pectina, utile a contrastare  il colesterolo “cattivo” (LDL) e aumentare quello buono (HDL). La mela inoltre tiene sotto controllo l’appetito e regolarizza le funzioni intestinali.

NOCI:

Pur essendo caloriche, consumate con moderazione fanno bene in quanto forniscono acidi grassi omega3, e omega6, nello specifico l’acido alfa linoleico e linoleico e l’arginina, utile per prevenire l’arteriosclerosi. Contengono inoltre fosforo, potassio, magnesio, calcio, ferro, zolfo, vitamine del gruppo B ed E.

POMODORO

E’ un ortaggio ricco di acqua e povero di kcal. Ha proprietà antiossidanti grazie a vitamine del gruppo B, acido ascorbico e vitamina D ed E. Notevole anche la componente minerale in quanto contiene ferro, zinco, selenio, fosforo e calcio. Ciò che lo rende un prezioso alleato nel combattere il colesterolo è il licopene, un carotenoide che frena il colesterolo LDL e protegge inoltre le cellule dall’azione dannosa dei radicali liberi. 
Con questa ricetta partecipo al contest Colesterolo “cattivo”? No grazie!  nato dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e l’Associazione Italiana Food Blogger!Con questa ricetta partecipo al contest: Colesterolo “cattivo”? No grazie! nato dalla collaborazione tra Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II e Associazione Italiana Food Blogger.